Varese

Varese, Al Museo Baroffio presentata l’opera di Parmiggiani “Senza Titolo”

Da sinistra padre Dall'Asta, il sindaco Galimberti, monsignor Agnesi e Carlo Capponi

Da sinistra padre Dall’Asta, il sindaco Galimberti, monsignor Agnesi e Carlo Capponi

Al Museo Baroffio e del Santuario di Santa Maria del Monte sopra Varese è giunta l’opera di Claudio Parmiggiani (Luzzara 1943), lasciata la Collezione Paolo VI a Concesio (BS). Si trattava della quarta tappa del progetto AMEI (Associazione Musei Ecclesiastici Italiani) Rinascere dal dolore, occasione per presentare il lavoro dell’artista dal Conservatore del Museo, Carlo Capponi, e dall’ospite il relatore Padre Andrea Dall’Asta SJ, direttore della Galleria San Fedele di Milano.

Erano presenti il vicario episcopale monsignor Franco Agnesi e il sindaco di Varese Davide Galimberti.

L’opera Senza Titolo toccherà in totale 13 tappe, attraversando tutta l’Italia e fermandosi in alcuni Musei Ecclesiastici, per approdare, infine, il 13 settembre a Palermo, dove sarà donata alla Casa Museo del Beato Giuseppe Puglisi.

L’associazione AMEI ha commissionato l’opera con una finalità ben precisa, quella di lasciare un segno forte e deciso: i musei ecclesiastici devono occuparsi di arte e cultura contemporanee, espressione del nostro tempo e della nostra società, proponendosi così come luoghi di inclusione, di confronto e di riflessione dove formare una coscienza morale, civile ed intellettuale.

Composta da diverse lastre di vetro nero sovrapposte e infrante al centro con un colpo netto e violento, l’opera itinerante Senza Titolo evoca simbolicamente un dolore da cui si può rinascere: dalla frattura/ferita passa una luce, che illumina il nero delle lastre, il buio, lasciando intravedere un “oltre” di speranza, una luce. Appare quindi immediata l’analogia tra l’opera e la parabola esistenziale di don Giuseppe Puglisi, che, pagando con la vita la sua tenace e instancabile opposizione alla mafia, è diventato esempio di coraggio e motivo di speranza.

L’opera sarà visibile al pubblico durante i giorni e gli orari di apertura del Museo Baroffio e del Santuario a partire da mercoledì 10 maggio, tutti i mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14.00 alle 18.00 e tutti i sabati e le domeniche dalle 10.00 alle 18.00 fino al 17 maggio.
L’ingresso al museo costa 5 € l’intero e 3 € il ridotto

8 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs