Venegono Superiore

Venegono Superiore, Grande Orfeo nel Pulcinella innamorato di Jules Burgmein

Mario Chiodetti

Mario Chiodetti

Il Comune di VENEGONO SUPERIORE e le Associazioni SUI SENTIERI  DELLA MUSICA e LUOGO EVENTUALE presentano, sabato 13 maggio 2017, alle ore 20,50, presso la Sala consiliare, lo spettacolo Pulcinella innamorato, musiche di Jules Burgmein – testo di Roberto Bracco, a cura di Mario Chiodetti.

Con il Grande Orfeo e Rosa Sarti, Pulcinella, Francesco Miotti e Tatiana Permiakova Shapovalova, pianoforte a due e quattro mani.

PRIMA PARTE

Buonasera, signor Burgmein

* Souvenance, da “Trois petites piecés romantiques”

* Lettura da “Primavera della vita”

* Ne m’oubliez pas!, da “Trois petites piecés romantiques”

* Lettura da “È in casa?” di Gavazzi Spech

* C’etait elle!  da “Trois petites piecés romantiques”

* Aubade champêtre , da “Acquarelles”

* Lettura da “È in casa?” di Gavazzi Spech

* Valse des Parisiennes

* Lettura da “Musica e Musicisti”

* Histoire de Brigands, da “Le livre des histoires”

* Lettura da “È in casa?” di Gavazzi Spech

* Histoires merveilleuse, da “Le livre des histoires”

Rosa Sarti e Mario Chiodetti, narratori

Francesco Miotti e Tatiana Permiakova Shapovalova, pianoforte a due e quattro mani

SECONDA PARTE

* Pulcinella innamorato, Testo di Roberto Bracco, musiche di Jules Burgmain)

Rosa Sarti, Pulcinella

Francesco Miotti e Tatiana Permiakova Shapovalova, pianoforte a due e quattro man

Nell’intervallo sarà presentata la biografia di Giulio Ricordi, uscita nel 1945 e sino ad oggi mai più ristampata: la scrisse Giuseppe Adami, collaboratore dell’editore nonché musicista, che scrisse per Puccini i libretti de La Rondine, Il Tabarro e Turandot. Prima ristampa in uscita a maggio per i tipi de Il Saggiatore.

Pulcinella Innamorato (1908)

Nell’ambito delle celebrazioni della figura di Giulio Ricordi, del quale lo scorso novembre è stata posta la statua in largo Ghiringhelli a Milano e il 16 maggio andrà in scena all’Auditorium di Milano la sua opera “La Secchia rapita”, si vuole anche riproporre il “Pulcinella innamorato”, uno tra i lavori più freschi e ispirati di Jules Burgmein, nome “d’arte” del sciur Giüli, nella riduzione per pianoforte a quattro mani, con voce recitante.

L’opera

Nel 1908 Giulio Ricordi, alias Jules Burgmein, diede alle stampe il poemetto eroicomico in quattro tempi “Pulcinella innamorato”, su testo del drammaturgo Roberto Bracco, scritto in origine per un organico orchestrale e poi ridotto per pianoforte a quattro mani.

L’operina è un delizioso omaggio al mondo delle maschere, con la storia di Pulcinella che ama la figlia del Re. Ma i saraceni sono alle porte e Pulcinella li mette in fuga con una semplice capriola. Riconoscente il Re gli offre la mano della figlia, che Pulcinella conquista cantando una splendida serenata. Si finisce con un gran corteo nuziale e i pulcinellini improvvisano tarantelle e altre danze vorticose.

Gli autori

Giulio Ricordi (Milano, 1840 – 1912) è stato una delle figure chiave della storia musicale d’Italia. Editore e consigliere dei suoi musicisti, compositore egli stesso con lo pseudonimo di Jules Burgmein, contribuì alla grandezza della Milano fin de siècle, consolidando il genio di Giuseppe Verdi e proteggendo quello del nuovo astro Giacomo Puccini. “Se guardo ai giovani che mi stanno intorno, vi dico che chi meglio sa la musica è Giulio Ricordi”, ebbe a dire Verdi al poeta e librettista scapigliato Antonio Ghislanzoni.

Così Jules Burgmein incominciò a produrre ballabili, romanze, serenate, dove, come scrisse Giuseppe Adami, “palpitavano i languidi sospiri di Pierrot e Pierrette, o facevano inchini in cadenza di minuetto Rosaura e Florindo, o sgambettavano Arlecchini e Colombine. Ma dopo quei momenti di svago nei quali e per tutta la vita egli creò deliziosi e indimenticabili piccoli gioielli, l’Editore chiudeva il pianoforte e apriva al suo attento sguardo la finestra sul mondo musicale che pulsava alle porte del “primo novecento”.

Roberto Bracco (Napoli 1861 – Sorrento 1943) è stato giornalista, scrittore e drammaturgo. Collaboratore di diversi giornali, tra cui “Il Corriere di Napoli” del quale fu critico teatrale, fu autore di molte opere tra cui “Una donna”, “Maschere” e “Don Pietro Caruso”. Considerato uno dei più grandi autori teatrali italiani del suon tempo, fu più volte candidato al Nobel ed ebbe i suoi lavori rappresentati da Eleonora Duse e dalle sorelle Irma ed Emma Gramatica.

 

4 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Venegono Superiore, Grande Orfeo nel Pulcinella innamorato di Jules Burgmein

  1. Milano.zone Venegono Superiore, Grande Orfeo nel Pulcinella innamorato di Jules Burgmein – Varese Report | Milano.zone il 4 maggio 2017, ore 23:03

    […] Fonte […]

Rispondi

 
 
kaiser jobs