Varese

Varese, Orizzonte Ideale fonda Comitato per il sì a referendum di Maroni

I fondatori del comitato

I fondatori del comitato

Finalmente il prossimo 22 ottobre – data fissata per il Referendum consultivo per l’autonomia della Lombardia – avremo la possibilità di far giungere al Governo centrale chiara e forte la voce del nostro territorio.

Fino ad oggi la maggior parte dei 53 miliardi di euro di tasse versate ogni anno dalla Lombardia al Governo non ritornano nella nostra Regione e ciò non consente investimenti adeguati nel sistema sanitario, l’abolizione del bollo auto e l’aumento degli aiuti destinati alle persone in difficoltà: una Regione virtuosa come la nostra, che ha sempre contribuito, come dovuto, alla redistribuzione dei fondi su tutto il territorio nazionale, non può continuare a fare da stampella a quelle Regioni che da decenni si “distinguono” per le voragini nei loro bilanci dovute, nella maggior parte dei casi, a spese incontrollate e spesso illogiche.

Il tema referendario, ben lontano da quello sulla secessione di cui fortunatamente si è persa traccia, è il riconoscimento ad una Regione virtuosa come la Lombardia della possibilità di trattenere maggiori risorse non solo per aumentare il benessere dei propri cittadini ma anche per dare sostegno alle aziende e quindi creare nuovi posti di lavoro.

Il concetto chiave è che se cresce la Lombardia cresce l’Italia intera.

Per questi motivi l‘associazione politico-culturale Orizzonte Ideale ha voluto dar vita al primo comitato provinciale per il SI all’autonomia della Lombardia: un comitato che si pone l’obiettivo di organizzare attività di informazione e di propaganda su tutto il territorio della provincia di Varese, grazie al supporto dei referenti locali e dei sostenitori.

Il referente del Comitato sarà Leslie Mulas, Sindaco di Besano, mentre sono già stati individuati alcuni referenti locali tra cui Maurizio Montalbetti (assessore al Comune di Arcisate) per la Valceresio, Luca Folegani (Busto arsizio e Sud della Provincia), Marco Squizzato (consigliere a Cadrezzate) per la zona Laghi, Federico Forgione zona Malpensa.

In caso di vittoria del SI e di un’affluenza rilevante, il Governatore Maroni avrà molto più peso politico quando finalmente sarà ricevuto dal Governo per discutere i dettagli da inserire in un’intesa Stato-Regione (che dovrà poi essere recepita da una legge del Parlamento).

Ciò consentirà di riconoscere finalmente alla Lombardia più autonomia economica e responsabilizzerà, finalmente, le altre regioni ad un uso più adeguato dei trasferimenti statali, ad un migliore sfruttamento dei finanziamenti europei (spesso inutilizzati) e delle risorse economiche in generale.

Siamo convinti che si potrà arrivare ad un risultato politico storico e noi faremo la nostra parte con l’impegno che ha sempre contraddistinto la nostra comunità politica e umana.

Comitato per il SI Lombardia Autonoma

4 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs