Varese

Varese, Alla casa di cura La Quiete una grigliata solidale dei lavoratori

I lavoratori alla sfilata del primo maggio

I lavoratori alla sfilata del primo maggio

La Resistenza non è ancora finita. E i lavoratori della casa di cura “la Quiete” non intendono fermarsi. Non hanno smesso di battersi finora, e non intendono di certo farlo prima del 12 maggio, data in cui molto probabilmente si deciderà il futuro della clinica. I lavoratori e le lavoratrici, dopo essere stati protagonisti durante il corteo del Primo Maggio varesino, hanno deciso di proclamare, accompagnati dalla FP CGIL Varese, un presidio permanente per difendere il proprio posto di lavoro.

Uniti come sempre chiedono di poter continuare a prendersi cura dei propri pazienti. Uniti come sempre chiedono che il tribunale e gli organi competenti prendano velocemente e in maniera trasparente una decisione riguardo al futuro della clinica, dei loro pazienti e dei loro posti di lavoro fiduciosi, in virtù delle due proposte di acquisto e gestione che sono state presentate e di cui sono a conoscenza, che una soluzione che salvaguardi allo stesso tempo il diritto alla salute ed al posto di lavoro sia ancora possibile.

Sono stati protagonisti in questi mesi di una Resistenza attiva, e non intendono essere da meno in queste fasi cruciali. Per questo organizzeranno per il pomeriggio di venerdì 5 maggio una apegrigliata solidale nel parcheggio della clinica. La manifestazione, durante la quale sarà possibile partecipare ad una raccolta firme a difesa e tutela de “la Quiete”, ha lo scopo di sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica e chiamare ancora una volta a raccolta tutti coloro che vorranno difendere la storica casa di cura.

La grigliata prenderà il via intorno alle 16.30, sarà accompagnata da momenti di musica dal vivo, e terminerà intorno alle 20.30. Durante la manifestazione sarà possibile mangiare panini con la salamella, bruschette, patatine fritte, nella splendida cornice del parco antistante la clinica. Le specialità saranno vendute a prezzo simbolico e, coperte le spese, l’intero guadagno sarà devoluto in beneficenza all’Associazione “Per la vita di Castelluccio di Norcia onlus”.

4 maggio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs