Varese

Varese, Percorso della Memoria della Resistenza, cerimonia conclusiva ai Giardini

Un momento della cerimonia finale ai Giardini Estensi

Un momento della cerimonia finale ai Giardini Estensi

Si è svolta una delle prime iniziative legate al rilancio della Festa della Liberazione voluto dalla nuova Amministrazione comunale di Varese. Un centinaio di varesini hanno partecipato questa mattina all’inaugurazione del Percorso della Memoria della Resistenza, organizzata dall’Anpi sezione di Varese e dall’Assessorato allo Sport del Comune. Un itinerario fatto di  7 tappe cittadine, percorse da tre gruppi.

Il primo gruppo, quello dei camminatori, è partito da viale Belforte 171, dove si trova il ceppo dedicato a René Vanetti. Da via Calogero Marrone, a Casbeno, hanno preso il via i corridori. Infine anche i ciclisti sono partiti dalla stessa via Calogero Marrone. Arrivo ai Giardini Estensi, dove i partecipanti sono stati accolti – finalmente!! – da un Palazzo Estense imbandierato a festa con tanti tricolori.

Ad accogliere i partecipanti in Comune che, sotto un sole estivo, ad ogni tappa ottenevano un bollino rosso applicato su una tessera, erano presenti Margherita Giromini, presidente Anpi cittadino, tre assessori della giunta Galimberti, Roberto Molinari, Dino De Simone e Rossella Dimaggio, Luigi Grossi, nome di battaglia Cin.

Oltre alla Giromini, e agli assessori Dimaggio e De Simone, hanno preso la parola anche alcuni testimoni che sono intervenuti in Comune: hanno parlato due insegnanti della Scuola Dante, Mara Riverberi e Mara Cannavacciuolo, che hanno condotto con gli alunni ricerche sulla figura di Carletto Ferrari, tappa del Percorso in via Morandi. Presente alla cerimonia anche Giovanni Perrotta, dell’Anpi di Luino.  Infine ha parlato Vito Patti, originario di Favara, che è intervenuto a nome dell’Istituto di Favara intitolato a Calogero Marrone, nativo di Favara. Messaggio finale affidato al partigiano Cin, che ha elogiato la pace, valore da apprezzare e da difendere sempre.

Una bella cerimonia, che tuttavia è stata disturbata da un errore piuttosto clamoroso nella targa relativa proprio a Calogero Marrone, collocata al nuovo parcheggio di Casbeno.

23 aprile 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, Percorso della Memoria della Resistenza, cerimonia conclusiva ai Giardini

  1. franco giannantoni il 24 aprile 2017, ore 18:53

    egregio direttore, quale errore per favore? Saluti, Franco Giannantoni

  2. a.g. il 24 aprile 2017, ore 19:23

    Il cartello riporta, riferendosi a Calogero Marrone, la seguente frase: “viene arrestato ufficialmente il 20.03.1946 da Enrico Bonfanti, primo Sindaco varesino dopo la Liberazione”.

Rispondi

 
 
kaiser jobs