Gemonio

Gemonio, Resistenza in Festa, due giorni di concerti, dibattiti e buona cucina

resistenza in festaIl 22 e 23 aprile torna Resistenza in Festa organizzata dal Collettivo Il Farina. Per due giorni al parco feste di Gemonio si celebrerà la Resistenza concentrando in un solo luogo idee, persone, progetti, ispirazioni per commemorare la liberazione e celebrare e scoprire quello che la Resistenza è ancora oggi: Resistenza alle dittature, che siano reali o del pensiero dominante, Resistenza alle logiche di mercato, Resistenza alla grande distribuzione organizzata, Resistenza ai (nostri stessi) pregiudizi.

Organizzatore è il collettivo Il Farina che, attraverso eventi e manifestazioni, intende diffondere memoria e antifascismo, decrescita e sostenibilità, antirazzismo e condivisione.

PROGRAMMA

La festa si apre SABATO 22 alle 16.00 con il live painting: diversi writing della zona saranno impegnati a dipingere sulla parete della palestra pubblica di Gemonio al ritmo di un dj-set hip hop. Alla stessa ora si darà spazio al Collettivo Varese Rossa che gestirà un’assemblea pubblica sulla Guerra Civile Spagnola, per discutere sulla possibile vittoria della rivoluzione spagnola negli anni ’30, come evento che avrebbe potuto cambiare il corso della storia dell’umanità.

La DOMENICA 23 aprile è dedicata alle migrazioni.

Si comincia presto: alle 9.00 si terrà il torneo di calcio antirazzista Davide Musci, che vedrà in campo cittadini italiani e cittadini richiedenti asilo incontrarsi e giocare insieme superando ogni differenza e dialogando con il linguaggio dello sport. Alle 17.00 si terrà l’incontro Refugee Welcome: insieme a Marta Lovison – sociologa delle migrazioni e ricercatrice, e Tiziana Bianchini - responsabile di area della Cooperativa Lotta contro l’emarginazione, proveremo a sciogliere dubbi e pregiudizi sui richiedenti asilo, esplorando questioni come la ridistribuzione dei sussidi erogati dallo Stato per ogni richiedente o la possibilità di distinguere richiedenti asilo e migranti economici in base alla nazionalità. L’obiettivo è chiarirsi le idee e smontare i pregiudizi per poter dialogare sulla base di dati reali e non confutabili.

Uno spazio sarà dedicato anche quest’anno a chi resiste con il proprio lavoro ogni giorno alle logiche distruttive della grande distribuzione: dalle 9.00 alle 17.00 ci sarà il Gusto della Terra, mercato di produttori sani, giusti e indipendenti.

Novità di quest’anno è lo spazio dedicato alla Resistenza Zapatista e all’esperimento di autogoverno e autonomia che continua ancora oggi, come pure la resistenza e la lotta contro le continue incursioni paramilitari. Per questo saranno presenti 4 progetti: 20ZLN, Gonzalo Guerrigliero “il Grillo Bus”, il Colletivo zapatista Marisol di Lugano e il Caffè Malatesta.

BAMBINI

I bambini sono sempre i benvenuti a Resistenza in Festa! Ci saranno attività e momenti a loro espressamente dedicati: sabato 22 dalle 16.00 ci sarà il laboratorio con Claudiona la regina dei fiori, mentre alle 21.00 Fuego Loco proporrà uno spettacolo col fuoco per grandi e piccini. Sia sabato che domenica ci sarà Spazio Kabum che proporrà un laboratorio di giocoleria itinerante.

CONCERTI LIVE

SABATO 22 sul palco saliranno gli ESPAÑA CIRCO ESTE con la loro melodia latina, un mix di Tango, Cumbia e Reggae, un crossover unico di generi che ha dato forma ad un sound originale ribattezzato Tango-Punk. Con appena 4 anni di attività hanno all’attivo più di 400 i concerti in Italia ed Europa! Dalle 22.00 li trovate sul palco di Resistenza in Festa! Ad aprire letteralmente le danze, alle 18.00 inizieranno a suonare i FIATI SPRECATI, una banda che da Firenze ci porta ottoni, trombe, tromboni, sassofoni, clarinetti, bombardini, fisarmoniche, flauti e percussioni, un pezzo di popolo che per il popolo fa musica, diverte, disturba e fa pensare. Suoneranno tre atti nel corso dei due giorni di festa: sabato alle 18.00 e alle 21.30 e domenica alle 16. 00. La serata non finisce e a mezzanotte si continua a ballare con il dj-set di TUTTI&TRASH.

Domenica 23 Resistenza in Festa ospita This is NOT padania: un progetto ideato da 3 collettivi e aperto a chiunque condivida il sogno di una Varese diversa, dove intolleranza e razzismo lascino il posto all’unione e all’amore per la musica. Si inizia alle 16.00 con una performance di live painting e rime freestyle a opera di Ox crew. Dalle 20.30 sul palco si alterneranno 3 gruppi di artisti: GOLDSCHOOL CON MORFUCO E TONICO70 che da Salerno ci portano un mix fra rap, reggae e funk e rime taglienti con metriche elaborate cantate rigorosamente in dialetto salernitano; i GANJAFRAM CRU, gruppo originario da Pomigliano d’Arco ed Acerra (Napoli) che propone un mix esplosivo di rap, rock e folk partenopeo; e infine BONNOT e SISTA AWA da Bergamo. Sista Awa, artista di origini italo-senegalesi, è la nuova voce di riferimento del reggae italiano e una delle più promettenti interpreti della black music italiana e internazionale. Bonnot è un pluripremiato compositore/produttore/polistrumentista della storica band romana Assalti Frontali. Ha più di mille concerti all’attivo, suonando in tutta Europa, Stati Uniti, Emirati Arabi e Sud Africa. A chiudere la serata il djset di PLOWA FLOWA FAMILY!

CUCINA e BAR

Lo stand gastronomico sarà attivo da sabato alle 18.00 alla notte di domenica 23 con falafel, salamelle e patatine, birra artigianale Menaresta, vino biodinamico di Carussin (At). Ma non solo! Come sempre ci saranno anche i prodotti equi e solidali come l’UBUNTU Cola, e poi il succo di mela bio, caffè, tisane e tanto altro.

Domenica 23 dalle 13.00 ci sarà come ogni anno il PRANZO RESISTENTE con l’accompagnamento del CORO REBELDE – canti partigiani. Il menù prevede: antipasto di salumi e formaggi, falafel, verdure ripiene e bruschette vegetariane; primo con pasta fatta in casa: maltagliati ammucchiati al ragù misto e ricotta (per i carnivori) e con ragù dell’orto e ricotta (per i vegetariani) + buffet di dolci. 20€ in cui sono compresi inoltre: mercato biologico a un passo, intrattenimento per bambini a cura di Circo Kabum e di Claudiona la regina dei fiori, Coro rebelde, la musica itinerante dei Fiati Sprecati, lo spettacolo con il fuoco e i concerti serali e tanto altro! Per i bambini che non vogliono il menù si può prenotare pasta al pomodoro. Il menù è su prenotazione: chiamare Martina al 339-6653857entro il 20 aprile.

Tutto il giorno, tutti i giorni si saranno: birra artigianale e vino bio, salamelle e falafel, writing e banchetti di artigianato e associazioni, etilometro free. Entrata libera!

Tensostruttura e spazi al chiuso renderanno possibile Resistenza in Festa anche in caso di pioggia.

PER TUTTE LE INFORMAZIONI

FACEBOOK: www.facebook.com/ilfarina.comitato

WEB: www.ilfarina.it

 

19 aprile 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Gemonio, Resistenza in Festa, due giorni di concerti, dibattiti e buona cucina

  1. Gemonio, Resistenza in Festa, due giorni di concerti,... il 19 aprile 2017, ore 17:19

    […] Gemonio Il 22 e 23 aprile torna Resistenza in Festa organizzata dal Collettivo Il Farina. Per due giorni al parco feste di Gemonio si celebrerà la Resistenza concentrando in un solo luogo idee, persone, progetti, ispirazioni per commemorare la liberazione e celebrare e scoprire quello che la Resistenza è ancora oggi: Resistenza alle dittature, che siano reali o del pensiero dominante, Resistenza alle logiche di mercato, Resistenza alla grande distribuzione organizzata, Resistenza ai (nostri stessi) pregiudizi. Organizzatore è il collettivo Il Farina che, attraverso eventi e manifestazioni, intende diffondere memoria e antifascismo, decrescita e sostenibilità, antirazzismo e condivisione. PROGRAMMA La festa si apre SABATO 22 alle 16.00 con il live painting: diversi writing della zona saranno impegnati a dipingere sulla parete della palestra pubblica di Gemonio al ritmo di un dj-set hip hop. Alla stessa ora si darà spazio al Collettivo Varese Rossa che gestirà (…)Continua la lettura su: LIbero 24×7 […]

  2. Gemonio, Resistenza in Festa, due giorni di concerti,... il 19 aprile 2017, ore 17:48

    […] Gemonio Il 22 e 23 aprile torna Resistenza in Festa organizzata dal Collettivo Il Farina. Per due giorni al parco feste di Gemonio si celebrerà la Resistenza concentrando in un solo luogo idee, persone, progetti, ispirazioni per commemorare la liberazione e celebrare e scoprire quello che la Resistenza è ancora oggi: Resistenza alle dittature, che siano reali o del pensiero dominante, Resistenza alle logiche di mercato, Resistenza alla grande distribuzione organizzata, Resistenza ai (nostri stessi) pregiudizi. Organizzatore è il collettivo Il Farina che, attraverso eventi e manifestazioni, intende diffondere memoria e antifascismo, decrescita e sostenibilità, antirazzismo e condivisione. PROGRAMMA La festa si apre SABATO 22 alle 16.00 con il live painting: diversi writing della zona saranno impegnati a dipingere sulla parete della palestra pubblica di Gemonio al ritmo di un dj-set hip hop. Alla stessa ora si darà spazio al Collettivo Varese Rossa che gestirà un’assemblea pubblica sulla Guerra Civile Spagnola, per discutere sulla possibile vittoria della rivoluzione spagnola negli anni ’30, come evento che avrebbe potuto cambiare il corso della storia dell’umanità. La DOMENICA 23 aprile è dedicata alle migrazioni. Si comincia presto: alle 9.00 si terrà il torneo di calcio antirazzista Davide Musci, che vedrà in campo cittadini italiani e cittadini richiedenti asilo incontrarsi e giocare insieme superando ogni differenza e dialogando con il linguaggio dello sport. Alle 17.00 si terrà l’incontro Refugee Welcome: insieme a Marta Lovison – sociologa delle migrazioni e ricercatrice, e Tiziana Bianchini – responsabile di area della Cooperativa Lotta contro l’emarginazione, (…)Continua la lettura su: Libero Pensiero […]

Rispondi