Varese

Varese, Ricordato il dirigente Pci Giancarlo Aloardi, Marantelli: lezione ancora attuale

DSC06942Si è svolta nel pomeriggio di ieri, nel trigesimo dalla scomparsa, presso la sede Pd di viale Monte Rosa, la commemorazione di Giancarlo Aloardi, segretario provinciale Pci tra il 1963 e il 1968, consigliere comunale e regionale. All’incontro era presente la moglie Ivonne Trebbi, partigiana. Erano presenti anche i segretari provinciali Pci, la deputata Pd Maria Chiara Gadda, la presidente Anpi provinciale Esther Maria De Tomasi, lo storico varesino del fascismo Franco Giannantoni.

A svolgere la relazione sulla figura di Aloardi, il deputato Pd Daniele Marantelli, che ha ripercorso le figure di Aloardi e della Trebbi. “Un momento di ricordo e di riflessione su una grande lezione per tutti noi”, ha esordito Marantelli, che ha sottolineato come parlare del dirigente comunista scomparso “è parlare di una generazione forgiata dalla Resistenza e con l’obiettivo della costruzione dell’Italia repubblicana”.

Marantelli ha definito Aloardi “un rivoluzionario di professione, con il suo impegno totalizzante, che si formò a Mosca, all’università del pensiero marxista-leninista”. Molto significativo il pensiero sul contenuto della politica, che per uomini come Aloardi era dato da “generosità, dimensione popolare, concretezza, un’idea alta della politica”. Il deputato ha poi aggiunto: “lontana anni luce da chi oggi utilizza la politica per denigrare lo stesso compagno di partito per avvantaggiare se stesso”. Del Pci il deputato ha sottolineato anche “il grande radicamento nel territorio”.

Non ha dimenticato, Marantelli, di ricordare il SI’ al recente referendum espresso da Aloardi nell’ambito dell’Anpi, una presa di posizione che suscitò polemiche.

Nell’ultima parte del suo intervento Marantelli ha parlato del presente, del Pd (forse sottolineando eccessivamente la continuità con il Pci) e della minaccia della guerra che incombe oggi su di noi.

 

 

 

10 aprile 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs