Busto Arsizio

Busto Arsizio, “Pirandello Remix”, attori detenuti sul palco del Sociale

carcere-300x235“Microfestival Incontri” è una piccola rassegna teatrale che ha ospitato fra il 20 marzo e il 31 marzo, dentro le mura del Carcere di Busto Arsizio gli incontri teatrali fra i ristretti del carcere e circa 200  studenti delle Scuole Superiori E.Tosi e IPC Verri, ITC Gadda Rosselli di Busto e M.Curie di Tradate.

Il festival ha voluto creare momenti di inclusione sociale fra detenuti e studenti, sensibilizzando questi ultimi sui temi della legalità e della responsabilità sociale e sull’uso dell’arte come strumento di recupero e risocializzazione.

La rassegna, giunta al termine, culminerà in un evento aperto alla cittadinanza ospitato presso il Teatro Sociale di Busto il 6 aprile 2017. Lo spettacolo “Pirandello Remix” vedrà protagonisti gli attori detenuti dell’Associazione L’Oblò Onlus che opera nel Carcere.z<. Il festival e la serata conclusiva in teatro si collocano all’interno degli eventi promossi dal Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria e dal Coordinamento Nazionale del Teatro in Carcere per la 4° Giornata Nazionale del Teatro in Carcere, celebrata il 27 marzo.

Un’iniziativa dalla forte valenza sociale che promuove l’idea dell’inclusione come strumento di rieducazione e prevenzione della devianza.

Per la realizzazione dello spettacolo “Pirandello Remix” è stato fondamentale il sostegno della Direzione della Casa Circondariale di Busto e dell’Area Trattamentale, il sostegno dei Magistrati di Sorveglianza che, credendo nell’alto valore rieducativo dell’iniziativa, hanno accordato ii permessi ai detenuti coinvolti che potevano usufruirne, e del Comune di Busto Arsizio che ha patrocinato l’iniziativa concedendo l’uso della sala teatrale. Il festival è giunto al suo momento più emozionante… tutti “liberi” o ristretti, per una sera di teatro fuori di galera.

IL PROGETTO E’ REALIZZATO DA: L’Oblò Onlus – Liberi Dentro e Casa Circondariale di Busto Arsizio.

L’associazione di Promozione Sociale L’Oblò, costituita nel 2016, nasce dall’esperienza dei suoi fondatori fra carcere, teatro e scuola. Essa si occupa di realizzazioni di interventi riabilitativi e risocializzanti mediante l’uso di terapie a mediazione artistica per favorire il benessere psicofisico e la qualità della vita di detenuti, ex detenuti, loro famiglie. nonchè realizzazione di eventi artistici e culturali che coinvolgano detenuti, ex detenuti e persone interessate ai temi di giustizia, legalità, prevenzione disagio sociale e devianza.

L’esperienza maturata nel carcere di Busto Arsizio dal 2008, ha ora il desiderio di ampliarsi e aprirsi anche alla cittadinanza, con interventi artistici e di arti terapie dedicati non solo a detenuti ed ex detenuti per favorire percorsi di risocializzazione, ma anche ai giovani e alle scuole, con l’intento di maturare percorsi di prevenzione del disagio ed educazione alla legalità. Grazie al sostegno della “Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus”.

5 aprile 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs