Besnate

Besnate, Il neoeletto Consiglio Comunale dei Ragazzi presta giuramento

Foto di gruppo dei ragazzi con primo cittadino

Foto di gruppo dei ragazzi con primo cittadino

Il sindaco Giovanni Corbo ha ricevuto questa mattina a palazzo la neo-nata giunta dei ragazzi eletta lo scorso 15 marzo e ha consegnato simbolicamente la fascia tricolore alla giovanissima collega Clara Soncini e al gruppo dei componenti: ad essere eletti per la lista di maggioranza sono stati Aurora Quattrocchi, Niccolò Gallo, Giulia Tondini, Alessia Micucci, Laura Campanella e Andrea Reina, mentre per l’opposizione sono Greta Savio, Beatrice Frison, Simone Mastrogiacomi, Matteo Riva, Michele Pesenti e Margherita Trivella.

Un percorso pedagogico ed educativo che, a partire da febbraio scorso, ha coinvolto gli studenti delle classi quarte e quinte della scuola primaria Dante Alighieri con l’obiettivo di stimolare i giovani ad essere cittadinanza attiva: “Il Consiglio Comunale dei Ragazzi è una precisa e forte volontà da parte della nostra amministrazione comunale, nella convinzione che i giovani vadano educati alla partecipazione attraverso esperienze concrete: partecipazione che negli ultimi decenni si è andata perdendo e che invece va recuperata facendo in modo che i ragazzi abbiano possibilità di sperimentare il confronto delle idee e del dialogo. Anche con questa azione dunque Besnate vuole essere sempre più una città a misura di bambino” così il primo cittadino di Besnate Giovanni Corbo.

Cosa significa essere cittadini partecipi, quali sono i diritti e di doveri che ognuno può esercitare, come si costituisce un consiglio comunale e come esso viene eletto. Questi alcuni degli argomenti con cui Paola Arici, educatrice della cooperativa sociale NATURart, ha  guidato i gruppi di studenti: “Il risultato finale – ha spiegato – è stato l’esercizio di democrazia e di cittadinanza attiva attraverso la costituzione del CCR: i ragazzi si sono proposti volontariamente, con i candidati, abbiamo lavorato in quattro sottogruppi, ognuno dei quali ha prodotto quattro programmi elettorali, quattro liste, quattro loghi.

Il tutto è sfociato nelle elezioni ufficiali a scuola. Attraverso questo tipo di azioni si vuole rafforzare così l’idea di creare dei giovani cittadini che siano parte attiva nell’esercizio della democrazia, che siano consapevoli del valore della rappresentanza e che mettano in pratica delle piccole azioni concrete”.

1 aprile 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs