Laveno Mombello

Laveno Mombello, GaEle richiama i poeti nelle sale della biblioteca Antonia Pozzi

L'iniziativa che si è tenuta a Laveno Mombello

L’iniziativa che si è tenuta a Laveno Mombello

Giornata Mondiale della Poesia celebrata tra i libri, i versi, le note. Tutto ciò è accaduto ieri pomeriggio presso Villa De Angeli Frua a Laveno Mombello, sede del Comune e della Biblioteca Antonia Pozzi, una realtà capace di organizzare numerose iniziative culturali di qualità. Ad organizzare un pomeriggio culturale, che ha registrato un sold out, la casa editrice e poi associazione GaEle di Maria Elena Danelli e Gaetano Blaiotta.

Sul tavolo erano sparsi alcuni degli aurei libretti, una settantina quelli finora pubblicati, che sono stati creati manualmente, artigianalmente, creativamente dalla Danelli e da Blaiotta. Piccoli e preziosi libretti che hanno preso vita grazie alla presenza dei loro autori che hanno letto e commentato queste pubblicazioni che sono nate, come primo impulso, ha sottolineato Blaiotta, dal maestro Alberto Casiraghy.

Da quel primo impulso sono nati libri e sorte collane, stanno nascendo nuovi progetti e nuove iniziative. Nel corso del pomeriggio, con letture in una sala e mostra di micro-libri un’altra sala della bella biblioteca di Laveno, presente la funzionaria comunale Marisa Lenardon, si sono succeduti diversi autori, introdotti con parole evocative da Blaiotta.

Si sono alternati Rita Pacilio da Benevento, con i suoi versi intensi; l’amica Katia Catalano, con i suoi versi, le sue personali introduzioni; il diario di viaggio palestinese di Gisa Legatti; l’originale poeta milanese Donato di Poce; il grande Sandro Sardelli con il suo discanto per Jack Hirschman; il grazioso libretto in versi dialettali di Pietro Papa; l’ottimo versificare di Adriana De Carvalho Masi; “Tra gli alberi”, bellissimo, di Daniela Beolchi; i bei versi di Enrico Brunella; l’originale e inatteso poeta-regista Antonio Carnevale. E’ stato letto da Blaiotta il libretto di Dino Azzalin e versi di Ulisse Casartelli sono stati letti da Blaiotta.

Non mancavano i giornalisti come Andrea Giacometti, direttore di Varese Report, e Federica Lucchini, firma del quotidiano La Prealpina, o i musicisti come Paolo Provasi, come sempre bravo ed elegante, che ha proposto versi di Antonia Pozzi in musica. C’erano anche gli artisti: le scultrici Veronica Mazzucchi e Stella Ranza, il pittore Samuele Arcangioli, lo scultore Giorgio Presta.

Insomma, un omaggio alla poesia e alla cultura molto apprezzato e molto partecipato sulle sponde del lago, in una sera di primavera non ancora sbocciata appieno.

 

22 marzo 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs