Varese

Varese, Ai Giardini una misteriosa piramide di vetro. E’ il simbolo della Varese Design Week

 

La piramide di notte

La piramide di notte

Mentre l’amministrazione Galimberti sta elaborando il programma del Festival delle ville e dei giardini, un programma di alto livello – come si può desumere dalle prime indiscrezioni -, una sorpresa riguarda i Giardini Estensi, che finalmente vengono fruiti valorizzandone l’incanto.

Al centro dei Giardini sorgerà presto una bella piramide fatta con vetro e specchi. Una piramide che qualcuno preferisce chiamare “carillon”. Ma forse è anche il caso di chiamare piramide magica. Il suo nome? Glass.Emotion Hall.

Se ne è parlato questa mattina, in Salone Estense, alla conferenza stampa sulla rassegna organizzata da Nicoletta Romano con il contributo di Marcello Morandini, dal titolo “Varese Design Week”. Tanti eventi, tante proposte dal 7 al 13 aprile, in concomitanza con il Salone del Mobile e con il Fuori Salone.

A segnalare la manifestazione che si articola a Varese, Comerio e Besozzo, la piramide dei Giardini, realizzata da Roberto Torsellini (imprenditore del vetro) in collaborazione con la designer varesina Silvana Barbato: base quadrata di 8 metri e mezzo ed altezza di 6 metri. Dalla magica piramide fatta di vetro uscirà musica, dentro la piramide giochi di magia guidati da Walter Maffei. Calpesterà insieme ad altri colleghi illusionisti il pavimento fatto di specchi, che rimanderanno cielo, nuvole e stelle.

Torsellini ha svelato le analogie che corrono tra questa piramide e quella rovesciata al Louvre di Parigi: stesso tipo di vetro, misure che la piramide parigina moltiplica per due, stesso mistero. Facile intravvedere simbologie misteriose, misteriche, alchemiche. Certo l’afflusso di varesini che potranno ammirare l’installazione per tutta la durata del festival del design varesino.

 

20 marzo 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi