Varese

Varese, Città capitale dei giovani, affollata presentazione al Salone Estense

Giacomo Fisco con l'assessore Francesca Strazzi

Giacomo Fisco con l’assessore Francesca Strazzi

Presentata ufficialmente, in un Salone Estense affollato, la candidatura di Varese a Capitale Italiana dei Giovani per il 2018, titolo assegnato da Presidenza del Consiglio, Anci Giovani e Forum Nazionale Giovani. Un incontro che ha visto la presenza di molti giovani, ma anche di esponenti di associazioni, insegnanti, professionisti. Assente il sindaco Galimberti, ma presente un nutrito gruppo di assessori (Civati, Dimaggio, Molinari).

Ad aprire la serata l’assessore ai Giovani, Francesca Strazzi, che ha richiamato l’attenzione dei presenti sul senso dell’iniziativa. “Un’iniziativa che consente di fare rete tra giovani, ma anche di fare conoscere di più la nostra città”, ha detto l’assessore Strazzi. “Il nostro impegno – dice ancora la Strazzi – punta a fare di Varese una città a cui stanno a cuore i giovani, una città a misura di ragazzi e che li aiuta a sentirsi vicini alla res publica“.

La parola è passata al consigliere comunale Pd, Giacomo Fisco, promotore dell’iniziativa, che era affiancato dai consiglieri Pepe e Cocchiere. Fisco ha rimarcato le parole d’ordine: partecipazione, cultura, sport, imprenditorialità, turismo, a misura di giovani. Tante le proposte contenute nel “dossier” che supporterà la candidatura della città giardino, prendendo spunto da esperienze di altre città.

Per quanto riguarda arte e cultura, ad esempio, Fisco ha citato la nascita di un circuito dal titolo Muri Liberi, un festival dei murales della città giardino, sulla scorta dell’esperienza milanese. Un weekend al mese ingresso gratuito ai musei per gli under 30. Si vuole anche proporre un’iniziativa come Rockin 1000, nata a Cesena, quando si esibiscono mille batterie, mille chitarre ecc.

Per quanto riguarda il teatro, Fisco ha parlato di diversi spazi: un teatro di verzura, scolastico, sacro, a tema.

Non manca economia e imprenditorialità, con uno spazio coworking da individuare dentro il Progetto Stazioni. Inoltre si cerca di diffondere vecchi mestieri artigiani che rischiano di essere dimenticati, e si propone un impegno negli orti urbani. Interessante, per gli studenti universitari, il concetto di Campus diffuso, con l’idea di incentivare canoni agevolati e introdurre spese ridotte. Fisco ha parlato anche di una Mappa dei giovani per i giovani con una app che indichi i luoghi interessanti per gli under 30.

Al termine dell’intervento di Fisco si sono succeduti gli interventi di molti dei presenti, rappresentanti di associazioni, di partiti, protagonisti di esperienze creative giovanili. Tra gli interventi è stato lamentato il mancato invito del delegato provinciale del Coni, Caccianiga.

 

 

14 marzo 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs