Varese

Varese, Città a misura di cultura e turismo, Roberto Cecchi: progetti seri e non annunci

L'assessore Roberto Cecchi

L’assessore Roberto Cecchi

Chiedevano una “panoramica analitica” delle voci di spesa nella cultura a Varese, i due consiglieri di opposizione, il leghista Marco Pinti e il forzista Simone Longhini, e per questo è stata convocata una Commissione Cultura a Palazzo Estense. “Un focus sulla cultura in vista della discussione del bilancio”, dice Pinti. “Sono state annunciati 300mila euro in più per la cultura, e vogliamo sapere da dove vengono presi e dove vengono allocati”, rimarca Longhini.

Presenti in Commissione l’assessore a Cultura e Turismo, Roberto Cecchi, che è affiancato dal sindaco Davide Galimberti. Ed è proprio il sindaco che ribadisce, in apertura, che “l’investimento su cultura e turismo sono un volano per produrre ulteriore ricchezza, una leva per la ripartenza della nostra città”. La parola passa dunque a Cecchi, che dichiara che il bilancio del suo assessorato è di 2 milioni e 823 mila euro. Una cifra considerevole, se non fosse che gran parte di essa è rappresentata da costi fissi: innanzitutto stipendi dei dipendenti e poi le varie utenze, dall’energia al riscaldamento.

Come dice l’assessore Cecchi, che non fa giri di parole, “si tratta di un bilancio bloccato, ingessato, con margini di manovra contenuti, dato che il 90% è dato da spese incomprimibili”. Eppure la scelta dell’amministrazione Galimberti è quella di puntare sulla cultura come leva del rilancio della città, come ripete il sindaco ad ogni occasione. Ecco, dunque, i 300 mila euro messi a bilancio, che in parte andranno a finanziare il grande evento del Festival dei giardini e delle ville. Una cifra complessiva ottenuta anche grazie ad una serie di risparmi e di razionalizzazioni realizzati dal bilancio che hanno messo a disposizione della cultura 90mila euro.

Ma non ci sono solo quelli per rilanciare la cultura: oggi in Commissione è stato comunicato che il Comune di Varese ha vinto il bando Cult City, un bando che consente di rilanciare la cultura nei rioni: anche in questo caso risorse significative in arrivo, e cioè 184mila 215 euro dal Pirellone (a cui il Comune aggiunge la stessa cifra). Non ci si dimentica neppure della manifestazioni entrate ormai nella tradizione e tutte confermate: da Cortisonici ad Esterno Notte, da Black & Blue a Solevoci e via andare.

Quanto ai particolari, ai dettagli sul grande festival, richiesti dal commissari di opposizione, sindaco Galimberti e Assessore Cecchi sono stati irremovibili. “Oggi – dice pacato e irremovibile Cecchi – sarebbe prematuro entrare nel merito, dato che il progetto lo stiamo ancora costruendo. E poi a me non piace la politica degli annunci”. Non solo: come dice il sindaco, “non è il caso di entrare nei dettagli, dato che, come già stiamo verificando, è forte anche l’attenzione e la disponibilità dei privati, un’attenzione che si può tradurre in una compartecipazione a sostegno del festival varesino doc”.

14 marzo 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs