Varese

Varese, “Il più brutto weekend della nostra vita”, Micheli e Salerno gay per finta

Un momento della commedia

Un momento della commedia

Al Teatro Openjobmetis di Varese stiamo per arrivare al vertice della stagione di Prosa: il vertice è senza dubbio “Morte di un commesso viaggiatore” targato Teatro dell’Elfo, che vedremo martedì 28 febbraio. Nel frattempo ci siamo goduti l’esilarante commedia “Il più brutto weekend della nostra vita” dell’autore canadese Norm Foster, andato in scena ieri sera al teatro di piazza Repubblica con un poker di attori di tutto rispetto: Maurizio Micheli, Benedicta Boccoli, Nini Salerno e Antonella Elia.

La vicenda raccontata ha come protagoniste due coppie: una, formata da Salerno ed Elia, invita la coppia di amici nella bella villa con campo da tennis, con lo scopo di vantarsene e di mettere in difficoltà i due amici. Coppia che, formata sulla scena da Micheli e Boccoli, arriva nella villa e inizia a prendersi gioco dei proprietari.

Ma scopriamo…che Salerno e Boccoli sono amanti che vogliono “scaricare” i reciproci partners una volta per tutte. Attendono l’occasione per fare outing, cogliendo al volo il momento giusto.

Nel secondo tempo, ambientato due anni dopo, le coppie sono cambiate: Salerno vive con la Boccoli e Micheli con la Elia. Si incontrano ancora una volta nella villa, ma in questo caso sono i due uomini a confessarsi delusi dalle compagne e decidono di liberarsene con un altro outing: si dichiarano gay e si liberano delle due donne. Gay per finta, che oscillano tra la gioia per la libertà ritrovata e la malinconia che sopravviene.

Insomma, la coppia scoppia, nella brillante commedia di Foster, ed ognuno è libero di fare ciò che vuole. Se poi tutta la macchina comica è affidata al magico Micheli, bravissimo e raffinato attore, e a Nini Salerno, grande spalla di inesauribile comicità, allora tutto va per il meglio e la risata è assicurata, come pure gli applausi. Le due donne, Boccoli ed Elia, sono una ciliegina sulla torta, belle e brave, affascinanti e con un punta sexy che non passa inosservata neppure agli spettatori più distratti.

 

 

 

 

 

19 febbraio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs