Varese

Varese, Migranti, la sfida dell’incontro, la mostra del Centro Kolbe a Varesevive

I protagonisti dell'iniziativa

I protagonisti dell’iniziativa

Proposta durante l’ultima edizione del Meeting di Rimini e con il patrocinio della Fondazione Migrantes, organo pastorale della Conferenza episcopale italiana, è stata presentata in Comune la mostra “Migranti, la sfida dell’incontro”, che propone un percorso di immedesimazione nelle vicende umane di coloro che lasciano la loro terra in cerca di un futuro migliore, e racconta di come il rapporto con queste persone interpella ciascuno di noi, nella consapevolezza che l’incontro è la dimensione fondamentale di ogni esistenza umana.

Il problema dei migranti è sulla bocca di tutti. Fa discutere, e divide. La mostra lancia una provocazione: proviamo ad affrontare l’argomento non anzitutto come un “problema”, ma guardando negli occhi gli uomini e le donne che emigrano. Proviamo a chiederci chi è quell’”altro” che bussa alle porte delle nostre società, da quali terre arriva, perché ha deciso di lasciarle per venire nel nostro Paese.

Dietro l’eloquenza dei numeri che ogni giorno ascoltiamo e leggiamo sull’emergenza migranti, si staglia l’eloquenza delle storie umane di quanti sono diventati in questi anni i nostri nuovi vicini di casa. Tutti hanno alle spalle un viaggio che li ha portati qui dalle loro terre, tutti hanno dovuto fare i conti con una lingua, una cultura e una società più o meno distanti da quella di origine. È stato un incontro, a volte traumatico, a volte fecondo, sempre faticoso. Proviamo a misurarci con le parole pronunciate da Papa Francesco in occasione dell’ennesimo naufragio nelle acque del Mediterraneo con centinaia di morti: “Sono uomini e donne come noi, fratelli nostri che cercano una vita migliore, affamati, perseguitati, feriti, sfruttati, vittime di guerre; cercano una vita migliore. Cercavano la felicità…”.

Il Centro Culturale Massimiliano Kolbe ha collaborato con alcuni dei principali attori e protagonisti della società civile varesina e lombarda, che quotidianamente affrontano il tema dell’incontro e dell’accoglienza dei migranti e degli straneri, per la realizzazione della mostra.

Si ringraziano per il coordinamento e la collaborazione la Caritas di Varese, l’Ufficio scolastico provinciale, la Onlus NonSoloPane, la cooperativa Intrecci, la cooperativa Ballafon, la cooperativa Calimali, la Fondazione Progetto Arca, AVSI, l’Associazione VareseVive, la Fondazione Comunitaria del Varesotto, il Sindacato delle Famiglie.

Si ringrazia inoltre per il patrocinio e il contributo la Fondazione UBI Varese, il Consiglio Regionale della Lombardia e il Decanato di Varese e per il patrocinio e il sostegno il Comune di Varese e la Provincia di Varese.

Info relative alla mostra

Aperture: tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00. Lunedì e Giovedì aperture serali fino alle 22.30. Sabato 25 Febbraio dalle 9.00 alle 12.30.

Visite guidate gratuite dalle 9.30 alle 12.00 (partenza ultima visita) e dalle 14.30 alle 18.00 (partenza ultima visita). Per orari diversi e scolaresche solo su prenotazione al 3409286528 o all’indirizzo email migrantivarese@gmail.com

Durante la mostra verranno proposti momenti di approfondimento e testimonianza di operatori e migranti.

Altri appuntamenti:

- Sabato 18 Febbraio, ore 11.00 – Inaugurazione alla presenza Autorità civili e sostenitori della Mostra presso la sede di Varesevive (via Lonati angolo via San Francesco – Varese)

- Martedì 21 Febbraio, ore 21.00 – Salone Estense, Via Sacco 3 – Incontro pubblico dal titolo “Migranti, la sfida dell’incontro”, con S.E. Mons. Agnesi, Vescovo ausiliare di Milano e Vicario per la zona di Varese e Giorgio Paolucci, curatore della mostra. Durante l’incontro verranno proposte esperienze e testimonianze.

17 febbraio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs