Varese

Varese, Caso Molina, il Tar dà ragione a Christian Campiotti

Christian Campiotti

Christian Campiotti

Il Tar dà ragione a Christian Campiotti. Dopo polemiche e attacchi durissimi, il Tar ha accolto il ricorso del cda del Molina presieduto da Campiotti e così ha sospeso la decisione Ats che aveva rimosso il vertice dell’istituto di viale Borri. Ora Campiotti torna ad occupare la poltrona di presidente.

L’ordinanza è certamente un punto importante a favore di Campiotti. Il tribunale regionale sostiene che il prestito oggetto di scontri e polemiche era basso a confronto del patrimonio della Fondazione. E poi il rischio di perdere la qualità di onlus al momento non è argomento giustificato. Non solo: secondo il Tar “sussiste il danno grave e irreparabile”, consistente ”nella possibilità di lesione dell’immagine dei ricorrenti”.

L’ordinanza poi impone all’Ats il pagamento delle spese. L’Ats ha annunciato che ricorrerà al Consiglio di Stato.

Si chiude così una prima tappa della lunga vicenda del Molina. E l’ordinanza, che rimette Campiotti sulla poltrona della presidenza, deve riaprire una seria riflessione sui motivi di fondo del duro attacco – politico e mediatico – che per mesi è stato rivolto contro Campiotti e il suo cda.

 

17 febbraio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs