Varese

Varese, Banda di Capolago, nuovo Consiglio, Ambrosetti confermato presidente

La gloriosa Banda Verdi

La gloriosa Banda Verdi

La Banda Verdi di Capolago ha un nuovo consiglio. Nella serata di venerdì 10 febbraio il corpo musicale varesino ha eletto le nuove cariche. Nella sede di via per Buguggiate musicanti e soci hanno eletto i loro rappresentanti, i quali hanno rinnovato la fiducia a Marco Ambrosetti: sarà ancora – per quattro anni – lui il presidente della Verdi.

Un successo meritato non solo per il lavoro svolto in questo periodo ma anche per il record di preferenze: 45 su 48 votanti. Seguono a ruota tutti gli altri eletti con il seguente numero di voti: Moreno Tamborini 45, Marcello Malnati 42, Luca Pavarin 38, Alessandro Pepe 35, Guido Ambrosetti 33, Giuseppe Zingaro 32, Salvatore Agostino 29. Chiudono Ernesto Talamona e Marco Zingaro con 23. Resta fuori l’altra candidata – Loredana Luini – che non ha totalizzato un numero sufficiente di preferenze.

I soci, invece, saranno rappresentati da quattro persone. Claudio Borghetti e Silvia Bianchi sono stati riconfermati con 11 e 8 voti, mentre fanno il loro ingresso due new entry: Lorena Menegat e Luigi Canevesi, eletti rispettivamente con 10 e 9 preferenze. Resta fuori Maurizio Isella che, su un totale di 14 schede, non ha raggiunto il numero adeguato per essere eletto.

Entra di diritto nel consiglio anche il maestro Giuliano Guarino. Nella serata di mercoledì 15 febbraio – quella che ha incoronato Ambrosetti – si è poi riunito il nuovo consiglio che ha stabilito i nuovi incarichi. Moreno Tamborini è confermato vicepresidente. Membri della segreteria sono Luca Pavarin e Alessandro Pepe con Lorena Menegat scelta come vicesegretaria. Conferma di Guido Ambrosetti come Tesoriere e di Ernesto Talamona come vice. Salvatore Agostino è il responsabile degli strumenti mentre Claudio Borghettti, Giuseppe Zingario e Luigi Canevesi sono stati scelti per la logistica.

Il vicemaestro e capobanda Marcello Malnati ha la delega per l’archivio e le partiture insieme a Marco Zingaro, Moreno Tamborini e Alessandro Pepe. Come revisori dei conti sono stati scelti Guido Ambrosetti e Luigi Canevesi; coadiuvati dal socio esterno Gianluigi Crugnola. Il guardaroba è curato da Silvia Bianchi e Lorena Menegat.

 

 

«Sono contento della riconferma – commenta a caldo Ambrosetti –, abbiamo dinanzi a noi quattro anni per portare avanti il lavoro iniziato in precedenza. Grazie ai nuovi ingressi potremo innovarci mantenendo fede alle nostre radici storiche».

 

16 febbraio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs