Varese

Varese, Palloncini in cielo a mezzogiorno, parte la campagna per 2 referendum Cgil

DSC05737Con un lancio di palloncini colorati a mezzogiorno in piazza Repubblica, è partita anche a Varese la campagna elettorale per i due referendum sul lavoro indetti dalla Cgil a livello nazionale. Nelle ore precedenti si erano svolti un volantinaggio per le vie del centro e, accanto ai portici della piazza, un presidio con gazebo e concertino di Stefano Tosi. Si poteva ascoltare un “Guantanamera” riveduto e corretto per parlare dei referendum.

Tanti i lavoratori che sono arrivati da tutta la provincia. In piazza c’era anche Umberto Colombo, segretario generale della Cgil di Varese, affiancato da Marinella Magnoni, in rappresentanza della Cgil regionale, oltre che da tutto il direttivo provinciale.

Riassume Colombo: “Chiediamo al governo che stabilisca subito quando si svolgeranno i due referendum. Per i tre quesiti referendari (uno è stato bocciato dall’alta corte) e la legge per la Carta dei diritti universali in questa provincia sono state raccolte 60 mila firme complessive”.

Oggi parte dunque la campagna referendaria per il sì al referendum contro i Voucher: secondo Colombo, “è uno strumento che ha perduto il loro signifcato iniziale, quello di combattere il lavoro nero. Ora sono un modo per nascondere il lavoro nero e lo sfruttamento dei lavoratori. Basti pensare che una percentuale dei Voucher va a coprire un contributo Inail, mentre non è previsto un contributo previdenziale. Teniamo presente che in provincia di Varese lo scorso anno sono stati distribuiti 2 milioni e mezzo di Voucher, raddoppiando quelli dell’anno precedente”.

Un altro sì è per il referendum sugli appalti: “Occorre tornare alla responsabilità solidale nel campo degli appalti – continua Colombo -. Spesso nella lunghissima teoria di appalti e subappalti, si finisce per perdere di vista la tutela dei diritti dei lavoratori. La responsabilità deve tornare in campo al committente iniziale”. Due referendum che Colombo anticipa che saranno al centro di tante iniziative: tra gli studenti, i lavoratori, i cittadini. Siamo solo all’inizio.

 

 

 

11 febbraio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs