Varese

Varese, Case popolari, il leghista Pinti alza il tiro sull’inerzia del Comune

caseE’ ancora irrisolta la questione delle case popolari di competenza comunale che dall’inizio del mandato sono state oggetto di varie interrogazioni a firma del consigliere leghista Marco Pinti che aveva richiesto anche una serie di sopralluoghi conoscitivi della commissione competente presieduta dalla consigliera Baratelli della lista Varese 2.0.

“La questione più urgente che ho sollevato già agli inizi di Settembre – spiega Pinti – è stata quella della sostituzione delle caldaie malfunzionanti per permettere alle persone che vivono negli alloggi comunali di superare l’inverno senza patire il freddo. Nonostante le rassicurazioni verbali e le risposte ufficiali alle mie ripetute interrogazioni in cui l’Assessore Civati prometteva una pronta sostituzione entro le prime settimane di Gennaio, ancora oggi questa sostituzione non è avvenuta e le famiglie interessate sono ancora al gelo, costrette a cenare con il paltò.”

“E’ ridicolo – prosegue il consigliere leghista – che la Giunta trovi migliaia di euro per la sostituzione degli impianti privati e faccia affiggere manifesti in cui si chiede alla cittadinanza di prendersi cura delle proprie caldaie, quando le prime ad essere trascurate sono proprio quelle di competenza dell’Amministrazione, peraltro dedicate ad un’ utenza che versa in condizioni di marginalità quando non di grave disagio fisico.”

“Oltre al problema caldaie – incalza Pinti – abbiamo poi sollevato il tema complementare della manutenzione ordinaria degli infissi e della vivibilità degli ambienti, con l’impegno da parte della Presidente della Commissione Consiliare, dott.ssa Elena Baratelli, di calendarizzare una serie di sopralluoghi per prendere visione dei problemi e interloquire direttamente con i cittadini. Purtroppo dopo oltre un mese dalla commissione – denuncia l’esponente leghista – devo constatare che anche questa promessa è rimasta lettera morta.”

Pinti ha depositato questa mattina ( 8 febbraio)  “una richiesta di censura da parte del Presidente del Consiglio Comunale che sanzioni l’inerzia della Presidente Baratelli” che l’esponente del Carroccio invita “ad una riflessione sulla sua effettiva possibilità di conciliare le sue attività professionali con l’impegno richiesto da un ruolo così delicato nell’ Amministrazione.”

“Nel merito degli interventi più urgenti – conclude Pinti – chiedo direttamente al Sindaco di porgere le scuse dell’Amministrazione agli inquilini per le scadenze non rispettate e intervenire personalmente sull’Assessorato per fare in modo che siano messi in campo tutti gli interventi di manutenzione urgente che da mesi vengono sollecitati dai cittadini. Ogni ulteriore silenzio sarebbe assordante”.

8 febbraio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs