Varese

Varese, Luca Conte (Pd): allarmismo, ultima spiaggia degli sconfitti alle elezioni

Luca Conte

Luca Conte

La Giunta Galimberti e la maggioranza a suo sostegno non ha mai fatto segreto di volere essere una amministrazione del fare. Questi primi mesi lo dimostrano, con una serie di interventi taluni piccoli, altri epocali, che hanno impresso un dinamismo a Palazzo Estense che non si vedeva da decenni.

In un momento storico caratterizzato dalle limitate risorse, il Comune di Varese ha abbandonato la neghittosa e sterile polemica leghista contro i tagli, sostituita da un fecondo lavoro di selezione e partecipazione ai bandi regionali, nazionali ed europei, il cui risultato più eclatante sarà il prossimo progetto stazioni in fase di redazione proprio in queste settimane.

I lavori fermi da anni (si vedano, fra gli altri, il parcheggio di via Staurenghi, il piano per il rifacimento di gran parte dell’impianto di illuminazione pubblica, la Caserma Garibaldi e piazza Repubblica, il parcheggio al servizio dell’ospedale del Ponte) hanno subito una rapida accelerazione.

La città cambia volto e lo fa in un continuo e aperto confronto con la città. Gli ormai famosi “giovedì del Sindaco” sono solo la punta di un iceberg che denota un più profondo cambio del metodo di lavoro, oggi partecipativo. Valgano da esempio i tanti incontri di approfondimento organizzati come parte integrante del percorso di revisione de Pgt o l’ampio e articolato studio della cultura e del turismo varesino sottoposto proprio in questi giorni ai suggerimenti della città.

La macchina comunale guarda finalmente al nuovo millennio con una organizzazione più agile ed efficiente ed un investimento sull’utilizzo delle nuove tecnologie (si pensi alla possibilità di pagare le multe on line o i parcheggi con lo smartphone).

Cosa resta agli eredi di un ventennio di placida e infeconda “occupazione” di Palazzo Estense? L’allarmismo privo di fondamenti di questi giorni.

Pagelle generiche di studenti che mai si sono applicati quando ne avevano la possibilità ed oggi sono improvvisamente divenuti professori.

Attacchi strumentali a chi ha, dopo anni, finalmente e meritoriamente messo mano ai servizi scolastici introducendo più equità nelle tariffe e più flessibilità nei servizi per rispondere alle nuove esigenze delle famiglie.

Ancor più gravi fantasiose ed imprecise ricostruzioni in merito ai fondi erogati dai servizi sociali del Comune di Varese, basate su superficiali confusioni fra voci diverse, gravi accuse di presunti dirottamenti di fondi regionali di cui ci piacerebbe chiedere le evidenze a bilancio, ritardi ormai cronici paradossalmente imputati a chi oggi li sta finalmente risolvendo.

Infine, da ultimo, denunce di imminenti invasioni di profughi del tutto infondate, numeri alla mano.

Luca Conte

Consigliere comunale – Capogruppo

Partito Democratico

Comune di Varese

2 febbraio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs