Regione

Regione, Parlare lumbard, convegno della Cappellini con Davide van de Sfroos

 

Davide van de Sfroos

Davide van de Sfroos

“Parlare Lombardo per riscoprire chi  siamo sara’ un momento importante di approfondimento  sull’identita’ e sull’importanza della nostra lingua madre e delle sue varieta’ locali, anche a seguito dell’entrata in vigore  della nuova legge regionale in materia di cultura, con cui  abbiamo voluto ridare dignita’ alla lingua lombarda e preparare  il terreno a un impegno regionale volto a sostenere attivita’ e  iniziative che ne favoriscano lo studio e la diffusione”.

Interviene cosi’ l’assessore regionale alle Culture, Identita’ e  Autonomie, Cristina Cappellini, per annunciare una serata a  Palazzo Lombardia, il 21 febbraio prossimo, dedicata al tema  della lingua lombarda, alla sua storia e ai suoi sviluppi  futuri.

“In un momento storico – ha continuato l’assessore – che vede un  progressivo ritorno alla cultura delle ‘piccole patrie’ e dei  valori identitari che accomunano i popoli, come antidoto agli  effetti collaterali di una globalizzazione di cui si stanno  avvertendo tutte le falle, occorre riflettere una volta di piu’  sull’importanza che le tradizioni e le lingue rivestono oggi per  il futuro dei nostri territori e delle nostre comunita’”.

“Cio’ non significa un ritorno al passato, – ha detto ancora l’assessore  Cappellini – ma una sorta di ‘ritorno al futuro’, laddove la  riscoperta e la valorizzazione del passato non sono concepite  come elementi di chiusura ma come strumenti per guardare al  futuro con maggiore consapevolezza, orgoglio e senso di  autonomia. Senza memoria e senza radici qualsiasi popolo e’  destinato alla dispersione e alla distruzione”.

Alla serata promossa dall’Assessore Cappellini interverranno Marco Tamburelli,  professore in bilinguismo presso l’Universita’ di Bangor, nel
Galles, Roberto Marelli, attore e autore di numerose produzioni  teatrali, cinematografiche e televisive legate alla cultura e alla storia milanese, e il cantautore laghe’e Davide Van De Sfroos.

29 gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs