Varese

Varese, Via di Casbeno intitolata a Calogero Marrone, Giusto fra le Nazioni

Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

Questa mattina, all’indomani del Giorno della Memoria, è stata intitolata una via di Casbeno, nell’area in cui sta sorgendo il nuovo parcheggio, a Calogero Marrone, l’eroico dirigente dell’Anagrafe del Comune di Varese, che contribuì a mettere in salvo ebrei e antifascisti e che per questo fu arrestato dai nazifascisti e deportato a Dachau dove morì.

Marrone in seguito fu poi proclamato Giusto fra le Nazioni, il massimo titolo assegnato da Israele a coloro che aiutarono gli ebrei all’epoca della Shoah. E proprio “Giusto tra le Nazioni” è l’espressione che appare nella targa sotto al nome e al cognome di Marrone, accanto a data di nascita e di morte (1889-1945).

Il sindaco Davide Galimberti, che ha scoperto la targa insieme alla presidente dell’Anpi Margherita Giromini, ha ringraziato la famiglia di Calogero Marrone, Anpi Varese, sezione “Comandante Claudio Macchi, l’Istituto Calogero Marrone di Favara-Agrigento.

Una manifestazione che si è svolta dopo che, per lungo tempo, Marrone è stato dimenticato, relegato ai giardini dell’area Cagna, peraltro con una targa elusiva e sbagliata.

Tra le iniziative dedicate a Marrone a Varese anche un testo teatrale dedicato all’eroico dirigente comunale a cura della regista Silvia Sartorio.

28 gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs