Varese

Varese, Giovani padani all’attacco: la città è diventata peggio del Far West

vareseooooo-Copia“Il problema sicurezza è ormai lampante e sotto gli occhi di tutti. Varese è diventata peggio del Far West!”, così commenta la situazione quotidiana che si vive a Varese Stefano Angei coordinatore del Movimento giovani padani.
“Nel giro di 2 giorni sono avvenute ben 2 rapine in centro Varese, una persino a mano armata: 2 malviventi hanno rapinato una donna con l’impiego di un coltello. Oltre alla questione delle rapine vi è anche la questione dell’insicurezza dei pedoni, Sabato sera sono state investite 2 signore che uscivano da messa dalla chiesa della Brunella mentre attraversavano sulle strisce pedonali. Per non parlare poi dei numerosi pedoni investiti in Viale dei Mille dove purtroppo è deceduta anche una ragazza”.
Continua Angei: “Da questi fatti su può evincere solo l’inadeguatezza dell’assessore Zanzi in merito alle questioni che concernono la sicurezza dei Varesini. Ma purtroppo la priorità di questa maggioranza e di questa giunta – conclude Angei – è quella di prendere provvedimenti (e mi chiedo il motivo) contro una persona che suona il piano nel sottopassaggio in via Morosini (iniziativa proposta dall’amministrazione comunale), come ha dichiarato pubblicamente il consigliere comunale di maggioranza Gregori. Ancora una volta si può dire che Varese riparte davvero…. ma in retromarcia!”.

23 gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Giovani padani all’attacco: la città è diventata peggio del Far West

  1. Emiliano il 24 gennaio 2017, ore 13:05

    Una volta si diceva “Non sparate sul pianista”, oggi dovremmo dire “Non multate il pianista”.

Rispondi

 
 
kaiser jobs