Varese

Varese, Il campione Jury Chechi in Comune, l’abbraccio con la città

Chechi insieme a Malerba, Galimberti e Zanzi

Chechi insieme a Malerba, Galimberti e Zanzi

Il sindaco di Varese Davide Galimberti, il vicesindaco Daniele Zanzi e il presidente del Consiglio comunale hanno incontrato questa mattina a Palazzo Estense il campione olimpico Jury Chechi. Il famoso ginnasta sta trascorrendo qualche giorno a Varese, città in cui da atleta si è allenato per conquistare i suoi diversi titoli mondiali e olimpici. Per l’occasione il sindaco ha consegnato al campione olimpico la medaglia per i 200 anni dell’elevazione di Varese al rango di Città.

“E’ un grande piacere ritornare a Varese per rincontrare le persone e i luoghi che sono stati molto importanti per raggiungere l’obiettivo della mia vita: vincere la medaglia olimpica – ha dichiarato Juri Chechi – Senza questa città non ci sarei riuscito e quindi è una grande emozione tornare in questa città che mi ha dato molto. Varese ha una grande tradizione sportiva, ha fatto e sta facendo molto per lo sport.

L’incontro di questa mattina con il sindaco e i suoi collaboratori mi ha fatto molto piacere perché ho constatato quanto credano nello sport come modello per far star bene i cittadini. In questo senso credo che gli amministratori debbano tener conto anche degli impianti sportivi: mi rendo conto oggi che non sia semplice e le risorse non siano molte però lo sforzo deve partire anche da questo. La ginnastica a Varese ha una grande tradizione ci sono strutture che lavorano molto bene ma che hanno bisogno di impianti sportivi per migliorare l’aspetto tecnico e anche quello sociale, per coinvolgere ancora più giovani e adulti in una attività che permette di stare meglio con sé stessi e con gli altri”.

“Una grande soddisfazione oggi aver ospitato a Palazzo Estense un grande campione del nostro Paese e della nostra città – ha detto il sindaco Galimberti – segno che Varese è una città veramente proiettata nello sport. L’impegno dell’amministrazione è quello di essere sempre più vicina a questo mondo che rappresenta anche un momento di crescita e formazione per i nostri ragazzi e bambini”.

20 gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs