Varese

Varese, Provincia: percorribili le principali arterie di comunicazione

ghiaccio-strade-300x200Strade provinciali salate e pulite. Fin da ieri mattina i mezzi della provincia di Varese hanno lavorato per tenere pulita l’intera rete provinciale in previsione della neve annunciata in serata. I primi a intervenire sono stati i mezzi spargisale, che hanno lavorato sull’intera rete viaria di competenza della Provincia. I trattamenti di salatura sono stati eseguiti per tutta la giornata di ieri.

Le lame invece sono entrate in azione, per lo più nella parte Nord del territorio provinciale dove le precipitazioni sono state più abbondanti, appena il livello della neve lo ha permesso.

E’ bene, infatti, ricordare che i mezzi, per eseguire una pulizia efficacie del manto d’asfalto iniziano a lavorare dopo che la neve caduta ha raggiunto il livello di qualche centimetro. Pochi gli inconvenienti registrati dagli uffici competenti, tutti di piccola entità e concentrati all’inizio della nevicata.

Questa mattina nelle ore di maggior traffico quotidiano le principali arterie di comunicazione erano tutte percorribili. In questo momento i mezzi stanno comunque continuando a lavorare e le operazioni di salatura e trattamento antighiaccio proseguiranno, senza interruzione, anche nelle prossime ore e nei prossimi giorni.

«Quando nevica qualche piccolo disagio è da mettere sempre in preventivo – dichiara il Consigliere provinciale alla viabilità Davide Tamborini – per questo invito tutti i cittadini a dotare i propri mezzi di pneumatici invernali e catene, avere prudenze e usare la macchina solo se strettamente necessario. Si tenga anche in considerazione che il piano antineve prevede anche una serie di priorità di interventi in funzione del carico viario delle provinciali. In queste ore infine stiamo anche affrontando il fenomeno del gelicidio, che ha portato anche alla chiusura preventiva dell’autostrada e che richiede operazioni di salutare e trattamenti antighiaccio più approfonditi rispetto alle condizioni di freddo a cui siamo abituati».

13 gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs