Taino

Taino, “Strìa” della Donadoni, al Teatro comunale una storia antica e attuale

L'ottima Donadoni

L’ottima Donadoni

Sabato 14 gennaio, alle ore 20.45, presso il Teatro Comunale di Taino, che affronta la sua prima stagione dopo i lavori di riqualificazione, un appuntamento da non perdere. Va in scena lo spettacolo “Strìa”, di e con Claudia Donadoni (biglietto di ingresso 10 euro). Un lavoro teatrale affascinante e originale, che la Donadoni interpreta in maniera magistrale.

Un lavoro dedicato al fenomeno della stregoneria sul nostro territorio, ai processi e alle accuse, il tutto basato su una rigorosa ricostruzione storica, effettuata tenendo presenti documenti e studi.

Ma la vicenda della giovane contadina messa sotto accusa e poi al rogo diventa presto, davanti agli occhi degli spettatori, metafora potente del pregiudizio e dei luoghi comuni nei confronti della diversità. Dunque una storia che, affondando le radici in secoli lontani, si rivela chiave di lettura teatrale per gli scuri di luna dei nostri tempi.

La drammaturgia di “Strìa” è stata curata dalla stessa Donadoni, mentre l’adattamento in “lingua matris” è a cura di Luisa Oprandi. Musiche originali eseguite da Giovanni Bataloni.

12 gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs