Varese

Varese, Musei Civici nella bufera. Ma è in arrivo il nuovo direttore

La Sala Veratti

La Sala Veratti

Si torna a parlare dei Civici Musei di Varese, uno dei gangli del sistema culturale pubblico. Una struttura importante che può contare su sedi diverse, dal Castello di Masnago a Villa Mirabello fino alla Sala Veratti. La notizia apparsa oggi su un presunti furti di reperti ai Civici Musei, su cui sono in corso indagini, poteva apparire una notizia non confermata, una congettura, ma così non è stato.

Alcune righe di comunicato stampa uscite dal Comune hanno confermato nel pomeriggio la notizia. “Appena abbiamo ricevuto la segnalazione di possibili irregolarità commesse negli anni precedenti alla nostra amministrazione – dichiarano il sindaco Galimberti e l’assessore Cecchi – abbiamo subito segnalato la situazione alle autorità competenti”.

Musei civici nella bufera, strutture su cui è interessante leggere le osservazioni contenute nel documento “Varese & Natura”, pubblicato on line nel sito del Comune. Per quanto riguarda il Castello di Masnago, si parla della necessità di porsi il problema di “opere connesse alla sicurezza anti intrusione e controllo della struttura“. Quanto poi a Villa Mirabello, si legge nel documento che “molti reperti (anche di una certa importanza) si trovano nel deposito del sottotetto del museo“, oltre al fatto che “le collezioni Risorgimentale e archeologica non risultano ad oggi correttamente inventariate e fotografate“. Non sono neppure ipotizzate prospettive per la Sala Veratti.

Insomma, una situazione che non appare ottimale, quella dei Musei Civici. E nessuna iniziativa intrapresa sembra essere riuscita finora a rilanciare un sistema museale che, pur facendo spesso sinergia con altre realtà, continua a restare al palo.

Riuscirà l’amministrazione Galimberti a voltare pagina, valorizzando eccellenze, puntualizzando criticità, individuando idee e progetti all’altezza dell’offerta di città lombarde che puntano sulla cultura come volano di sviluppo? Vedremo. Nel frattempo da Palazzo Estense esce una notizia importante: nella prossima primavera sarà bandito un concorso per occupare il ruolo di direttore dei Musei civici, un ruolo da tempo vacante. E benvenuta è una scelta di trasparenza come un concorso.

Nel frattempo, nell’ambito della riorganizzazione della macchina comunale, al ruolo di capo attività della direzione del sistema museale cittadino è stato promosso il conservatore del Castello di Masnago, Daniele Cassinelli.

 

 

 

 

 

 

 

11 gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs