Varese

Varese, Comune e Croce Rossa in aiuto ai senza tetto, ogni sera fino a metà febbraio

Assessore Molinari, Angeli Urbani e volontari della Cri alla stazione Fs

Assessore Molinari, Angeli Urbani e volontari della Cri alla stazione Fs

Continua l’intervento del Comune di Varese e della Croce Rossa in strada per fare fronte all’emergenza-freddo. Anche questa sera, attorno alle 23, un furgone della Croce Rossa, volontari della Caritas, Angeli Urbani, insieme all’assessore ai Servizi sociali del Comune, Roberto Molinari, si sono presentati alla Stazione Fs di Varese per soccorrere i senza tetto che, in zona stazioni, spesso trovano riparo.

Una sorta di “task-force” che, per la prima volta in città, interviene di notte per cercare di condurre i senza tetto nella sede della Croce Rossa di via Dunant, luogo in cui anche questa sera sono stati ricoverati dieci uomini, prevalentemente stranieri. ”Una soluzione d’emergenza che continuerà fino a metà febbraio: ogni sera, attorno alle 22.30, un furgone della Croce Rossa si presenterà alla Stazione dello Stato di Varese per aiutare i senza fissa dimora – spiega l’assessore Molinari -. Coloro che vengono condotti in via Dunant sono coloro che non hanno occupato quella cinquantina di posti letto divisi tra la sede comunale di via Maspero e lo Chalet Martinelli gestito dagli Angeli Urbani”.

Assessore e volontari trovano i senza tetto dietro i binari della stazione, oppure in uno chalet che sorge in fondo al parcheggio a fianco della stazione. In quest’ultimo ci troviamo di fronte ad una lunga fila di coperte e sacchi a pelo, insieme a cuscini, scatole, cartoni. Uno dei tanti luoghi dove trovano riparo gli “invisibili” di Varese, e che Comune e volontari cercano di sottrarre al gelo e, forse, alla prossima neve. Un impegno importante, che sarà perfezionato, perché l’emergenza-gelo si annuncia ancora lunga.

 

 

 

 

9 gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs