Varese

Varese, Movimento Libero fa il punto su stazioni, parcheggi e Largo Flaiano

stazioniRiqualificazione zona stazioni, tariffe parcheggi e Largo Flaiano. Passate le feste, ci permettiamo di avanzare alcune considerazioni su queste tre questioni che, a nostro giudizio, meritano un approfondimento serio e costruttivo.

Per quanto riguarda la riqualificazione del comparto stazioni, francamente non comprendiamo l’ottimismo sbandierato dall’esecutivo di Palazzo Estense. Ad oggi, purtroppo, non vi è nessuna copertura finanziaria e pare essere troppo labile la promessa  che tutti i progetti presentati (120!) saranno finanziati in futuro. Purtroppo, la verità è che vi è solo la copertura finanziaria dei primi ventiquattro progetti per un importo di 500 milioni e Varese non rientra tra questi. A dire il vero, la proposta del Comune di Varese è parsa abbastanza debole, piazzandosi al 61° posto su 120 progetti, ben lontano dai migliori 24 che sicuramente verranno finanziati e realizzati. Invitiamo, dunque, la Giunta ed essere più cauta nelle dichiarazioni per evitare di alimentare nella cittadinanza legittime aspettative che forse, e purtroppo, non verranno mai concretizzate.

Non solo, riteniamo indispensabile pungolare per l’ennesima volta l’Amministrazione Comunale che dal 7 Ottobre 2016 non ha trovato il tempo per fornire una risposta alla petizione protocollata ufficialmente a Palazzo Estense, promossa da Movimento Libero e sottoscritta da 1400 persone, con cui si è chiesto al Sindaco Davide Galimberti di mantenere fede alle promesse elettorali, introducendo la gratuità della sosta dalle 12.00 alle 14.00 in tutti gli stalli di sosta della città e non solo in alcune vie. Forse, non meritiamo una risposta?

In ultimo, chiediamo pubblicamente di conoscere se vi siano, dopo la delibera di Giunta di sei mesi fa, novità sul futuro di Largo Flaiano. Per quanto ci riguarda, continuiamo a sostenere la nostra proposta di realizzare una maxi-rotatoria con copertura del cavalcaferrovia. Ricordiamo che l’Amministrazione Comunale è già in possesso di un progetto che prevede una maxi-rotatoria(13,25m di raggio interno, 551,55 mq di superficie e 14,25 m di calibro stradale) con parziale copertura del sedime ferroviario(circa 35 m in direzione Milano in quel progetto, anche se riteniamo si possa prevedere la copertura dell’intero sedime) di Largo Flaiano. Questa infrastruttura garantirebbe oltre ad un sensibile miglioramento del decoro un miglioramento della velocità media complessiva sia nella fascia oraria antimeridiana sia pomeridiana e una diminuzione significativa del parametro “tempo totale percorrenza rete” sia per lo scenario antimeridiano sia per quello pomeridiano.

Alessio Nicoletti – Movimento Libero

7 gennaio 2017
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Movimento Libero fa il punto su stazioni, parcheggi e Largo Flaiano

  1. Cesare Chiericati il 9 gennaio 2017, ore 11:36

    Delle tre questioni poste da Movimento libero quella del pagamento asimmetrico della sosta nel centro storico durante la pausa pranzo e quella relativa a Largo Flaiano meritano grande attenzione posto che sulla riqualificazione delle stazioni non resta che attendere gli sviluppi romani….La sosta gratuita generalizzata in centro, tra le 12.00 e le 14.00, avrebbe senza dubbio un valore positivo sia per i tanti servizi che, a diversi livelli, offrono ristorazione sia dal profilo generale per una maggiore frequentazione del centro stesso. La giunta dovrebbe dire con realismo e chiarezza se si tratta, conti alla mano, di una strada percorribile. A sei mesi dal provvedimento un’idea di fattibilità o meno dovrebbe pur essere maturata. Per Largo Flaiano, nodo gordiano della viabilità cittadina, Movimento Libero ripropone, se non ricordo male, la stessa soluzione a suo tempo accantonata dalla Giunta Fontana nonostante la disponibilità di un cospicuo finanziamento regionale. Scelta che privilegiava la bretella Gasparotto – Borri da realizzare a margine del nuovo Esselunga nell’area ex Malerba. Urbanisticamente assai problematica e priva delle necessarie coperture finanziarie è rimasta sulla carta. In realtà alla complicata viabilità varesina servirebbe, soprattutto a sud, una sorta di anello capace di collegare Bellavista – Bizzozero -Belforte per consentire una sorta di immissione a pioggia dei flussi veicolari nel tessuto urbano depotenziando una volta per tutte l’asse di attraversamento Magenta – Aguggiari e Magenta – San Vito Silvestro.

Rispondi

 
 
kaiser jobs