Varese

Varese, Incubatrice super-tecnologica donata al Del Ponte in ricordo di Chiara

La donazione dell'incubatrice al Del Ponte

La donazione dell’incubatrice al Del Ponte

Dietro alla donazione dell’incubatrice super-tecnologica alla Neonatologia dell’ospedale Del Ponte sta una storia drammatica, come lo è sempre la scomparsa di un neonato di pochi mesi. Ma dal dramma della morte di Chiara è nata un’iniziativa di grande generosità e civiltà, e cioè la donazione in questione.

A Villa Tamagno, presso l’Ospedale di Circolo, erano presenti i donatori, i signori Cirigliano, il dg Callisto Bravi, il dottor Massimo Agosti, direttore della Neonatologia al Del Ponte. Su invito dei donatori, erano presenti anche la Senatrice Laura Bignami e la Senatrice Emilia Grazie De Biasi, Presidente della XII Commissione permanente (Igiene e Sanità).

“Con la mia compagna, abbiamo pensato che era doveroso fare un gesto di solidarietà e d’amore nei confronti di tutti quei bimbi che hanno tanto bisogno di apparecchiature specializzate – spiega il signor Cirigliano – anche perché ci siamo affidati ad una struttura sanitaria pubblica dove abbiamo riscontrato tanta professionalità, competenza e calore umano. La nostra bimba sarà contenta che con questo gesto altri bambini avranno maggiori opportunità di risolvere tanti problemi e tante difficoltà che purtroppo molto spesso sono costretti ad affrontare”.

L’incubatrice donata, una DRAEGER BABYLEO TN500 INCUWARMER, è la prima di questo tipo ad arrivare in Italia, frutto della tecnologia medicale tedesca. Si tratta di un sistema molto innovativo e completo per la Terapia Intensiva Neonatale, dotato di tre sistemi di regolazione termica del neonato, combinati tra loro, per proteggere i piccoli pazienti nella delicata fase di crescita. E’ un incubatrice progettata per prevenire le infezioni, mediante un sistema di umidificazione sterile a circuito chiuso.

“Con questa nuova incubatrice – spiega il dottor Agosti – i genitori possono stare ancora più vicini ai loro neonati, in quanto possiede una ottimale regolazione in altezza unita ad un’ampia possibilità di apertura. Babyleo segnala la presenza di rumori ambientali eccessivi e possiede la funzione che permette, ai neonati, di ascoltare la registrazione della voce della loro mamma, del suo battito cardiaco o di una musica a scelta per la musicoterapia”.

23 dicembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs