Varese

Varese, In Consiglio la città dei disagi quotidiani: furti, sosta selvaggia, disservizi

stazioneeeeIn un Consiglio comunale riunitosi alla presenza di un folto pubblico, legato soprattutto al punto all’ordine del giorno sulla crisi della Quiete, è andata in onda la pellicola dei disagi, dei problemi, del degrado del capoluogo. Numerose le segnalazioni dei cittadini varesini ai consiglieri comunali che se ne sono fatti latori al momento degli interventi introduttivi all’inizio del Consiglio. Segnalazioni su disagi di ordinaria quotidianità.

Prima segnalazione viene dalla Pd Luisa Oprandi che parla anche a nome del collega Fabrizio Mirabelli. Diversi cittadini di Valle Olona e San Fermo hanno richiamato l’attenzione su via Vetta d’Italia. Deciso l’intervento della Oprandi: “A causa della ristrettezza della carreggiata, occorre dotare quella via di un servizio di navette, capaci di coprire il lungo tratto che separa dalla più vicina fermata del trasporto pubblico”.

E’ la volta della forzista Carlotta Calemme, che invece punta l’attenzione sulla “situazione molto critica di Giubiano”, problemi di sicurezza e viabilità. La Calemme cita il caso di piazza Biroldi, dove “nonostante l’apertura del nuovo parcheggio, continua a dominare sosta selvaggia”. Via Lazio, continua la forzista, vede all’entrata all’ospedale tante auto in divieto di sosta. Situazione di parcheggio selvaggio anche in via Galmarini, la strada che porta al campo di rugby. “E’ il caso di fare intervenire la Polizia locale”.

Il Pd Giampiero Infortuna segnala un altro problema molto sentito: quello dei trasporti pubblici inadeguati in città. “Ho depositato una mozione questa sera – dice Infortuna – per reclamare il trasporto pubblico nelle ore serali a disposizione dei cittadini”.

Dal capogruppo di Forza Italia, Simone Longhini, viene affrontato il tema dell’insicurezza e della microcriminalità in città. Longhini parla di furti negli appartamenti di Giubiano, ancora Giubiano, mentre a Sant’Ambrogio e Fogliaro si segnalano furti a danno delle auto. A Masnago, continua Longhini, siamo nel regno dei furti ai danni di furti a borse e borsette.

Il consigliere Luca Boldetti (Lista Orrigoni) segnala problemi di criticità viabilistica: il consigliere denuncia il semaforo di viale Borri, all’altezza della BiTicino, che resta sempre in funzione, spesso ostacolando il traffico; all’incrocio tra via Andrea Del Sarto e via Cimabue, al contrario, un semaforo servirebbe, così come una telecamera per rilevare infrazioni. Conclusione sorprendente invece è legata ad una tirata d’orecchio all’amministrazione sul fronte dell’incuria della vegetazione. “Si deve fare di più, e si potrebbero mettere all’opera i giovani profughi ospitati a Varese, in modo da coinvolgerli maggiormente nella vita della città”.

22 dicembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs