Varese

Varese, Andrea De Carlo presenta il suo romanzo, “provocato” da Morotti e Bezzon

Da sinistra Morotti, De Carlo e Bezzon

Da sinistra Morotti, De Carlo e Bezzon

Ben riuscita e partecipata la presentazione dell’ultimo romanzo dello scrittore milanese Andrea De Carlo “L’imperfetta meraviglia” pubblicato da Giunti. A presentarlo alla Biblioteca civica di Varese, che nell’incontro di ieri pomeriggio ha finalmente ospitato un big della narrativa italiana, una giovane scrittrice, Marta Morotti, e un giallista (nonché comandante della Polizia locale), Emiliano Bezzon.

Un mix ben concepito che è riuscito a catturare l’attenzione del folto pubblico presente. Soprattutto grazie alla divertente e divertita leggerezza della coppia Morotti-Bezzon, ma anche alla naturale capacità comunicativa di De Carlo.

Un romanzo divertente ed attuale, originale ed esilarante, difficile da riassumere in poche battute. Il dibattito con De Carlo, che ha definito Varese “una gran bella città”, ha unito il racconto del libro e il ritratto dello scrittore. Il comandante-giallista Bezzon ha rimarcato il ruolo di De Carlo nella narrativa italiana e il significato di questo romanzo, che narra la storia di una gelataia, nell’ambito di tutto il percorso di scrittura del romanziere, mostrando una grossa conoscenza di De Carlo. Non è infatti la prima volta che Bezzon incontra De Carlo: gli aveva presentato “Yucatan”, trent’anni fa, al Caffè teatro di  Verghera di Samarate.

Alla giovane scrittrice Marta Morotti un ruolo di simpatica provocatrice, alla ricerca di segreti e piccoli misteri del libro e dello scrittore. Tante le domande: perché i personaggi sono presentati con nome e cognome? Che rapporto ha lo scrittore con i suoi romanzi una volta pubblicati? Quale il romanzo più riuscito e quello che riscriverebbe? Tanti punti interrogativi posti con il sorriso e con la curiosità della scrittrice, ma ancora di più della lettrice.

Non sono mancate domande anche da parte del pubblico, così come il pomeriggio si è concluso con il sacro rito del firma copie.

 

21 dicembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs