Laveno

Laveno, Fermato 31enne per rapina aggravata a quindicenne

carabinieriiiiI Carabinieri della Compagnia di Luino e della Stazione di Laveno Mombello hanno fermato domenica mattina un 31 enne marocchino residente a Cittiglio, ritenuto responsabile di rapina aggravata.

Sabato sera un quindicenne residente a Luino è stato aggredito in via Diaz di Laveno Mombello da un uomo che, brandendo una bottiglia, gli ha asportato un cellulare Samsung Galaxy S5 e dieci euro in contanti. A seguito dell’aggressione, il minore ha riportato fortunatamente lievi lesioni alle mani, giudicate guaribili in tre giorni dai sanitari del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Cittiglio.

In nottata il giovane e la madre hanno denunciato l’accaduto ai Carabinieri della Stazione di Laveno Mombello, che hanno subito avviato le indagini unitamente ai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Luino.

Grazie alla precisa testimonianza della vittima, le attenzioni dei militari si sono subito rivolte verso il 31 enne, noto alle Forze dell’Ordine. Sono quindi iniziate le ricerche. Dopo poche ore, nella mattinata della stessa domenica, il marocchino è stato rintracciato presso la propria abitazione. Nel corso della perquisizione domiciliare i Carabinieri hanno trovato la prova che ha inchiodato il 31 enne alle sue responsabilità: il telefono cellulare rapinato al minore.

Il marocchino è stato pertanto sottoposto a fermo di indiziato di delitto. Il 36 enne è stato condotto presso il carcere dei Miogni. Il fermo è stato convalidato. L’uomo è stato sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

15 dicembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs