Varese

Varese, Un Presepe Vivente essenziale con testi della Merini e di Testori

Una passata edizione del Presepe Vivente Avsi

Una passata edizione del Presepe Vivente Avsi

Grande attesa, ogni anno, per il Presepe Vivente che da 17 anni costituisce la più tipica manifestazione natalizia a Varese e si svolge in piazza San Vittore, oltre che nelle strade vicine. Un evento che è stato presentato questa mattina in Comune alla presenza dell’assessore a Giovani e Rioni, Francesca Strazzi. A curare la regia e la drammaturgia del presepe è, ancora una volta, il regista e attore Andrea Chiodi, oggi assente alla conferenza stampa perché sta preparando un allestimento dei Persiani a Parma.

Presente, invece, la protagonista del Presepe, Angela Demattè, attrice, regista e drammaturga, che abbiamo recentemente ammirato a Varese nel suo originale spettacolo “Mad in Europe”. Come ha spiegato questa mattina la Demattè, “il nostro presepe è legato alla campagna tende di Avsi, e dunque ai drammi e alle tragedie che stanno accadendo nel mondo. E dunque abbiamo fatto la scelta di evitare ogni folclore, puntando sull’essenziale”. Oltre ad Avsi, il Presepe è collegato al Banco Alimentare Nonsolopane.

La sacra rappresentazione di quest’anno, il 17° nella storia di questa bella tradizione varesina doc, si intitola “Veni per Mariam” in programma il 23 dicembre a partire dalle ore 15.30 in piazza San Vittore e vie limitrofe, e vede come figura centrale quella di Maria. “Sarà in scena Maria che impersonerò io stessa – continua la Demattè -, una Madonna a cui i bambini faranno domande. Una rappresentazione che si baserà sul Magnificat di Alda Merini e Interrogatorio a Maria di Giovanni Testori”.

Il Presepe Vivente è occasione, per Avsi, di raccogliere fondi a sostegno dei diversi progetti di aiuto a chi è in difficoltà in tutto il mondo, come ha spiegato Patrizia Reggiori Clerici. Una manifestazione a cui danno il loro apporto fondamentale circa 500 scout Aggs Varese 2, come ha rimarcato Giacomo Ferri. Infine è stato Andrea Riganti, tra i più assidui collaboratori della manifestazione, a sottolineare la complessità organizzativa che sta dietro al Presepe.

 

14 dicembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Un Presepe Vivente essenziale con testi della Merini e di Testori

  1. Michela Villani il 24 dicembre 2016, ore 11:03

    Grazie! Ho assistito volentieri e con commozione all’evento. Che altro dire? Veramente “essenziale”. Un caro e affettuoso Natale a tutti

Rispondi

 
 
kaiser jobs