Varese

Varese, Emergenza Pm10 nella città giardino. Nessuna ordinanza anti-smog in vista

smogSebbene le concentrazioni di particolato rilevate nel 2016 siano risultate fino ad oggi tra le più basse mai registrate, nei giorni scorsi le condizioni di vento debole e di inversione termica al suolo nelle ore più fredde hanno determinato una situazione molto favorevole all’accumulo degli inquinanti in particolare sulle aree pianeggianti della Lombardia, dove le concentrazioni di PM10 sono risultate superiori ai limiti.

In tutti i capoluoghi lombardi, con l’eccezione di Como, Lecco e Sondrio, le concentrazioni di PM10 misurate dalle stazioni della rete di rilevamento di ARPA Lombardia hanno superato i 50 mg/m3.

Anche a Varese i limiti sono stati superati, anche se, al momento, non si parla di alcuna ordinanza anti-smog.

Questi i valori di PM10 (mg /m3) più alti registrati ieri in ciascun capoluogo:

BG 62;  BS 70;  CO 40;  CR 85;  LC 36;  LO 66;  MI 77;  MB 88;  MN 74;  PV 56;  SO 44;  VA 52.

Ai fini dell’applicazione del “Protocollo per l’attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell’aria” sono quindi stati raggiunti 7 giorni consecutivi di superamento della prima soglia in provincia di Brescia, 6 in quella di Cremona, 5 a Mantova, 4 a Bergamo, Lodi, Milano, Monza e Brianza, Pavia e Varese.

Le odierne condizioni di stabilità associate all’alta pressione insistente sull’Europa, con assenza di precipitazioni, venti da calmi a deboli e fenomeni di inversione termica al suolo, persisteranno ancora nei prossimi giorni favorendo un ulteriore accumulo degli inquinanti e il probabile superamento diffuso dei limiti fino a sabato prossimo.

Maggiori dettagli sul SITO QUALITA’ DELL’ARIA di ARPA Lombardia

 

7 dicembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs