Varese

Varese, Presentato concorso di idee per il Giardino delle rimembranze a Giubiano

Il cimitero di Giubiano dove sorgerà il Giardino delle Rimembranze

Il cimitero di Giubiano dove sorgerà il Giardino delle Rimembranze

La cremazione ha raggiunto in Varese la scelta del 60 % dei deceduti (nel 2015 su 913 decessi di residenti ben 533 hanno scelto la cremazione) ed è in continua ascesa come dimostrano i dati che la S.C.V. srl, concessionaria del servizio di cremazione presso il Tempio Crematorio di Giubiano, ha realizzato nei primi dieci mesi di quest’anno sfiorando le 3.000 cremazioni.

Ciò grazie anche al contributo del 55% sul costo della cremazione che il Comune di Varese eroga ai propri residenti. Le modalità di destinazione delle ceneri previste dalla Legge 130/2001 sono: – conservazione dell’urna sigillata presso i cimiteri (con pagamento della tariffa di concessione della celletta) – conservazione dell’urna sigillata presso la residenza del congiunto, oppure – dispersione in natura (mare monti o laghi come previsto dalle leggi regionali) o presso i Giardini delle Rimembranze così come previsto dalla Regione Lombardia.

La realizzazione del “Giardino delle rimembranze”, luogo in cui disperdere le ceneri all’interno di un cimitero, che rappresenta uno degli obiettivi prioritari del Piano cimiteriale del Comune di Varese, diventa oggetto di un concorso di idee bandito dalla Società Varesina per la Cremazione antica associazione no profit fondata nel 1880 che ad oggi conta oltre 7.500 Soci.

So.Crem Varese con il patrocinio del Comune di Varese, in collaborazione con l’Ufficio tecnico comunale e dopo aver sentito gli ordini professionali di architetti ed ingegneri di Varese, presenta oggi il bando di concorso di idee per la stesura di un progetto per la realizzazione del Giardino delle Rimembranze quale luogo del “ricordo” .

L’opera verrà realizzata dal Comune presso il cimitero civico di Belforte, laddove è stata individuata un’area di circa mq 4.000 che consentirà – rimodellando opportunamente le quote naturali del terreno ed attrezzandola con tutte le necessarie infrastrutture (area per la dispersione, piantumazione, aiuole, vialetti, panchine, illuminazione, dispositivi di videosorveglianza ed altro) – di creare un luogo idoneo per la dispersione delle ceneri.

Obiettivo del concorso è quello di ricevere idee ed ipotesi progettuali definite nel dettaglio, corredate da una stima dei relativi costi di costruzione, per la realizzazione di un luogo progettato con attenzione e delicatezza ove, all’interno del cimitero, sia possibile assicurare la cerimonia della dispersione in natura delle ceneri dei defunti e, al tempo stesso, possa servire da stimolo a parenti e amici per tornare periodicamente sul luogo della dispersione per una breve e serena meditazione in ricordo del loro caro.

Per favorirne la frequentazione da parte dei cittadini in visita ai propri defunti è prevista la realizzazione, nell’ambito del “Giardino”, anche un certo numero di tradizionali cellette cinerario dedicate, per chi ne facesse richiesta, alla usuale tumulazione delle urne ceneri. Il costo dell’intervento dovrà indicativamente essere contenuto in un importo massimo di € 300.000,00 (Euro trecentomila). La valutazione dei progetti sarà affidata ad una Commissione esaminatrice nominata dalla So.Crem. Verranno premiati i tre migliori progetti e a tal fine So.Crem ha stanziato una somma complessiva di diecimila euro. I primi tre progetti classificati diverranno di proprietà della So.Crem che li donerà al Comune affinché li utilizzi per la redazione del progetto definitivo dell’opera.

Il bando ed i relativi allegati saranno scaricabili dal sito della So.Crem www.socremvarese.it a partire dal 15.12.2016. Il termine per la presentazione degli elaborati è il 15.3.2017.

 

6 dicembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs