Castello Cabiaglio

Castello Cabiaglio, Il cuore bosino di Diana Ceriani batte in un libro di parole e musica

Due ragazze bosine

Due ragazze bosine

Diana Ceriani, cantastorie e ricercatrice di tradizioni di casa nostra, presenta il suo libro “Almanacco delle tradizioni Bosine…con le mie canzoni” (Pietro Macchione editore) con l’accompagnamento della fisarmonica di Fabio Sala. E’ in programma sabato 10 dicembre alle ore 19,30 al Verderamo di Castello Cabiaglio.

Come spiega la stessa Ceriani, “sono mamma, moglie e donna di casa. Amo la mia terra, di essa amo in particolar modo la natura, le tradizioni, le leggende, la storia, le caratteristiche insomma che mi fanno dire “questa è la mia terra e qui ho messo radici”. Ma ciò che amo di più è esprimere la mia appartenenza tramite la mia lingua: il bosino; la lingua appunto che si parlava (sempre) si parla ancora (poco) e si parlerà (spero sempre di più) a Varese, la mia amata città, con i suoi dintorni, i suoi laghi, le valli e le montagne.

Vorrei parlarvi delle mie radici attraverso la mia poesia e i miei pensieri. Sì perché sono una “cantastorie” in lingua locale. Scrivo e canto canzoni ispirate alla mia terra e a tutto ciò che la caratterizza, così da fare diventare cultura del cuore il mio amore per essa. Spero di esservi utile. Utile per ritrovare voi stessi, la vostra identità, la vostra serenità… e che tutto questo crei uno scudo di forza per difendervi dal mondo moderno che è bellissimo e stimolante ma ha bisogno di radici profonde per essere affrontato ed apprezzato, trasformato e costruito, con la forza della libertà.

Questo è un almanacco ispirato alle sensazioni che provo osservando e conoscendo la mia terra attimo per attimo, per gustare fino in fondo la vita, formata da giorni, mesi, stagioni da amare. Le stagioni del cuore.

4 dicembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs