Milano

Milano, Scomparso De Albertis, presidente della Triennale. Cordoglio da Milano e Varese

De Albertis

Claudio De Albertis

Una scomparsa che ha suscitato grande cordoglio nel mondo della cultura. Il presidente della Triennale di Milano, Claudio De Albertis, è scomparso venerdì dopo una lunga malattia. Figlio di Edoardo e di Renata Mangiarotti, fratello dell’ex consigliera comunale Carla, il costruttore era nato a Genova nel 1950.

Si era laureato al Politecnico di Milano e si era impegnato nell’impresa di costruzioni di famiglia, la Borio Mangiarotti. Sotto la sua guida la società realizzò vari quartieri residenziali come “Le azalee” di Gallarate, la riconversione di aree come quella di viale Jenner, il complesso “Villaggio alla Barona”. Realizzò diversi interventi in Triennale, come la riqualificazione della Terrazza con l’apertura del ristorante panoramico. Camera ardente, domenica 4 dicembre, alla Triennale.

Diversi gli interventi per esprimere il cordoglio per  la scomparsa del presidente della Triennale di Milano.

A partire da quello del presidente della Regione, Roberto Maroni. “Esprimo il dolore e il cordoglio mio personale e della Regione Lombardia per la scomparsa di Claudio  De Albertis, presidente della Triennale di Milano, imprenditore di successo e persona di grande umanita’. Questa sera piango la
perdita di un amico e di un uomo speciale. Addio Claudio, riposa in pace”. Lo ha scritto il presidente della Regione su Facebook, ieri sera, appena appresa la notizia della scomparsa di De Albertis.

Cordoglio anche dal mondo della cultura varesina. “L’ho conosciuto negli anni Settanta, anche per rapporti famigliari – spiega Bambi Lazzati, presidente del Premio Chiara -. Era un uomo molto colto, generoso, un vero signore. L’ho ritrovato in occasione delle iniziative del Premio Chiara alla Triennale, tra cui il Premio Prina, e anche rispetto a queste iniziative, De Albertis si mostrava sempre attento e curioso. Sentiremo certamente la sua scomparsa”.

 

 

 

3 dicembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs