Varese

Cultura, Laura Veroni al lavoro per il sequel del noir “Delitti di Varese”

 

La scrittrice Laura Veroni

La scrittrice Laura Veroni

Una collana noir di grande diffusione e originale, quella pubblicata da Fratelli Frilli Editori. Libri che si trovano facilmente in tutta la Riviera Ligure, e che si presentano con una peculiarità che hanno imparato ad amare i tanti fans del genere. Le storie si dipanano, tra un delitto e un’indagine, in luoghi liguri ben precisi, da Apricale a Sestri Levante, da Bussana a Genova. Una bella intuizione originaria, che gli editori allargano successivamente a Milano, Bologna, Torino. E a Varese. E’ il caso del volume della varesina Laura Veroni.

Come era logico che accadesse, se vogliamo: Varese sembra prestarsi bene, con le sue ville liberty nascoste nel verde, con i suoi delitti senza colpevole, con la sua storia, a fare da perfetta location a storie delittuose. Un chance catturata dall’affascinante Laura Veroni, con il suo romanzo di grande successo “I delitti di Varese”, che segna l’ingresso nel pantheon del thriller del magistrato donna Elena Macchi, che si trova a risolvere i delitti tra piazze, strade, negozi, bar e parchi della città giardino. E il lettore varesino, di pagina in pagina, continua ad evocare luoghi che conosce, fa paragoni, si fa qualche domanda (come quella sul bar Caffè Time di via Carrobbio).

Laura Veroni incontra la casa editrice per caso. “Sono stata contattata dalla stessa casa editrice Fratelli Frilli che mi aveva conosciuta grazie a Facebook”, racconta la Veroni. “Avevo scritto un libro, l’ho mandata alla casa editrice. Giudizio positivo, ma per arrivare al romanzo che poi è stato pubblicato ho dovuto lavorare tanto”. In particolare, l’editore chiede riferimenti precisi alla città, ai suoi luoghi. “Alla fine è uscito il romanzo, che ha già registrato ristampe”.

Il pm Elena Macchi è un personaggio ben riuscito, credibile. Credibili pure gli altri personaggi che le girano attorno. Sullo sfondo c’è la città, qualche volta spensierata, qualche volta livida, schiacciata da ricchezza e violenza. Laura Veroni confessa di stare già preparando il sequel, che vede ancora protagonista il magistrato donna che indaga con puntiglio e durezza. Titolo del sequel, sempre pubblicato dai Fratelli Frilli, “Grand Hotel Campo dei Fiori, il segreto del bosco”. “Non so se sarà il titolo definitivo – dichiara Laura Veroni -, o se sarà cambiato. Di fatto, l’ho pensato ben prima che si decidesse di fare il sequel di Suspiria proprio in quel luogo citato nel titolo.. chissà, forse sarà un segno del destino”.

 

30 novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi