Varese

Varese, La Lega fa festa per i 30 anni della sezione. E Umberto Bossi attacca Salvini

Bossi, Maroni e Leoni

Bossi, Maroni e Leoni

In piazza Podestà, proprio sotto alla storica sede, sono stati festeggiati i 30 anni della prima sezione della Lega Nord, allora Lega Lombarda. Una festa che si è svolta proprio l’anno in cui il Carroccio è in minoranza, sconfitto alle ultime elezioni amministrative che hanno mandato un sindaco Pd a Palazzo Estense.

Presenti nella centralissima piazza varesina alcuni leader del Carroccio: il presidente della Regione, Roberto Maroni, il fondatore della Lega, Umberto Bossi, l’ex senatore Giuseppe Leoni, oltre all’attuale segretario cittadino, Carlo Piatti.  Attorno a loro non c’erano più le folle degli anni di gloria, ma in compenso non sono mancate differenze e divisioni nelle dichiarazioni dei leader del Carroccio.
Maroni ha mostrato la t-shirt che ricordava i trent’anni di vita del Carroccio varesino. “Tanti bei ricordi, tanta passione, e poi il grande progetto, ancora da realizzare, del federalismo, che la riforma di Renzi colpisce duramente”. Trent’anni sono tanti…”E’ cambiato il mondo da allora, non c’era Internet, non c’erano i telefonini, ma noi siamo ancora qui, grazie alle nostre radici profonde”. E Bossi? “Bossi è Bossi. E’ tutto, nostro padre, nostro fratello…”.
Poi si presenta davvero Bossi, fondatore della Lega, e da lui arriva forte la critica alla Lega di oggi, quella di Matteo Salvini. “Salvini – dice Bossi – non ha un programma, non ho ancora capito che programma abbia. La Lega deve cambiare il segretario..”. Quale il ricordo più bello legato alla sezione di Varese? “La prima vittoria al Comune di Varese, abbiamo festeggiato in questa piazza, sotto un cielo stellato”. Poi torna al partito di oggi: “Il 16 dicembre Salvini decade da segretario e la base darà voce al cambiamento: con un partito nazionale come vuole Salvini, la Lega non servirebbe più a nulla”. E chi sarà il leader del centrodestra? Berlusconi? “Berlusconi i numeri li ha più di altri, più di Salvini che non ha ancora l’esperienza necessaria”.

28 novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs