Milano

Milano, Patto per la Lombardia, Maroni: ottenuto quanto abbiamo chiesto

Maroni e Renzi

Maroni e Renzi

E’ soddisfatto il presidente  della Regione Lombardia, Roberto Maroni, presentando il Patto per la Lombardia, che oggi ha firmato a Milano insieme al Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. “Il Patto che oggi sottoscriviamo, dal mio punto di vista è assolutamente soddisfacente. Abbiamo ottenuto quello che avevamo chiesto”.

“Negli ultimi giorni – continua Maroni – c’e’ stata un’accelerazione, dalle nostre parti si dice: ‘quando è ora, porta a casa’. Non voglio parlare di quello che succedera’ dopo il 4 dicembre, io sono espressione della concretezza lombarda e  quindi ci siamo arrivati”.

Il Patto per la Lombardia vale quasi 11 iliardi di euro. Andranno a finanziare, ha spiegato Maroni, ”un lungo elenco di opere, che porta come cifra totale 10 miliardi e 750 miliardi (10.745.273,14, ndr). Avevamo chiesto 10  miliardi, e’ arrivato qualcosa in più, ben venga”. Queste, ha continuato Maroni, “non sono ipotesi di investimento, ma risorse che ci sono. Derivano da tante fonti, del Governo, della Regione, della Ue, e andranno a finanziare molte opere importanti”.

Alcuni di questi fondi, ha spiegato Maroni, “hanno una particolarita’. Sono fondi ‘indistinti’, ossia le opere che andranno a finanziare verranno concordate con il territorio e con gli stakeholder”.

Nel suo intervento durante la cerimonia di sottoscrizione del Patto per la Lombardia, il presidente della Regione, ha citato alcune delle opere che  verranno realizzate attraverso l’accordo. 47.600.000 saranno destinati a mettere in sicurezza gli itinerari regionali prioritari. Oltre a quelli elencati specificamente nelle tabelle, altri 379 milioni saranno destinati a interventi sulla rete viaria di interesse regionale. Per la Pedemontana lombarda ci sono 2.741.000.000.  “Il fatto che questi soldi siano inseriti nel ‘Patto’- ha fatto  presente il governatore – vuole dire che la Pedemontana si fa. E il sistema pedemontano vuole dire la Pedemontana e naturalmente anche il completamento delle tangenziali di Varese e Como”.

Nel Patto, ha proseguito il presidente lombardo, “abbiamo messo 10 milioni per interventi di depurazione dei laghi prealpini. Naturalmente, Lago di Garda, Lago Maggiore,  Lago di Lugano, per i quali ci dovra’ essere anche il concorso delle altre Regioni e del Canton Ticino”. Per il Campus per l’universita’ Statale di  Milano, “ci sono le risorse, ben 380 milioni”. “Vogliamo essere un’eccellenza nel dopo Expo da tutti i punti di vista. E questo e’ un’eccellenza straordinaria”. Un altro capitolo importante del Patto per la Lombardia, e’ quello sulle Politiche abitative. “Si tratta – ha illustrato – di 110 milioni di investimenti”.

25 novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs