Milano

Milano, Cristina Bellon, una scrittrice varesina alla kermesse di BookCity

Cristina Bellon

Cristina Bellon

Sabato 19 novembre, Cristina Bellon sarà ospite di BookCity, grande evento letterario milanese. Il primo tema che la scrittrice affronterà – alle ore 10,30, presso la Società di incoraggiamento di Arti e Mestieri di via Santa Marta 18 – sarà “l’oscurità che c’è in noi”.

Partendo dal suo ultimo romanzo, “L’uomo che non sono”, appena uscito per Cairo, condurrà il pubblico in un viaggio di perdizione, dalla campagna lombarda alle rive del Mar Caspio. Interverrà con l’autrice, Annarita Briganti, giornalista culturale e scrittrice, anche lei della squadra di Cairo Publishing.

Alle 14, Cristina Bellon sarà di nuovo sul palco dell’aula magna della Società di incoraggiamento Arti e Mestieri, insieme ad Ambretta Sampietro, curatrice dell’antologia “Nuovi delitti di lago”, pubblicata da Morellini. Il tema del pomeriggio è il giallo ambientato sui laghi prealpini. Nelle acque del lago Ceresio, un corpo senza nome viene ritrovato. E’ l’incipit del racconto di Cristina Bellon, dal titolo “Il prigioniero dell’Ade”, una storia di oscurità e di miseria umana.

“Riconoscere che in ciascuno di noi si nasconde una zona d’ombra è già una vittoria” ci spiega la scrittrice. “Ogni persona porta in sé le ferite e le cicatrici di questa guerra contro il male”. La sfida si consuma, com’è nello stile dell’autrice, nelle fondamenta della nostra società e lontana dai cliché letterari, perché la verità talvolta supera la fantasia.

18 novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs