Malnate

Malnate, Il ministro della Giustizia Orlando spiega le ragioni del sì

Il ministro Orlando e l'onorevole Marantelli, entrambi per il sì

Il ministro Orlando e l’onorevole Marantelli, entrambi per il sì

Martedì 22 novembre, alle 21, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, parteciperà, a Malnate, presso la sala consiliare di via De Mohr, ad un’iniziativa pubblica per spiegare le ragioni del Si al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre. A presiedere l’incontro l’on. Daniele Marantelli. A fare gli onori di casa sarà, naturalmente, il sindaco Samuele Astuti, segretario provinciale del PD.

Il ministro Guardasigilli, recente ospite di Porta a Porta, protagonista di importanti riforme che si attendavano da tempo come quella sugli ecoreati e quella sul falso in bilancio e, insieme al ministro Martina, della nuova legge contro il caporalato, sarà intervistato dai giornalisti Rosi Brandi (La Prealpina), Francesco Caielli (La Provincia di Varese) e Marco Giovannelli (Varesenews).

“L’autorevole presenza del Ministro – dichiara l’on. Marantelli – aiuterà ad approfondire i principi ispiratori della riforma costituzionale. Dopo oltre trent’anni di tentativi falliti, superare il bicameralismo paritario, rendere le istituzioni più snelle ed efficienti, approvare le leggi in tempi più rapidi, chiarire le competenze tra Stato e Regioni, aumentare la rappresentanza degli enti locali in Parlamento ed in Europa, garantire ai cittadini maggiori opportunità di partecipazione, ridurre i costi della politica, modernizzare il sistema Paese, sono, finalmente, obiettivi a portata di mano.

Tutti gli italiani possono contribuire a restituire autorevolezza alla politica e alle istituzioni, contrastare le disuguaglianze sociali e rilanciare la crescita, condizione indispensabile per rendere concreto il diritto al lavoro contenuto nella Costituzione. E’ nostra responsabilità pertanto, fornire a tutti, soprattutto a coloro che non sanno ancora se andare a votare, le informazioni necessarie per comprendere meglio l’importanza dei cambiamenti che l’affermazione del SI concretizzerà e per esprimere in maniera più consapevole e convinta il proprio voto”.

 

18 novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs