Varese

Varese, Carlo Piatti (Lega) lancia allarme su connettore fognario a Casbeno

Il denunciato da

Il connettore fognario in pessime condizioni

Il consigliere comunale di Varese, il leghista Carlo Piatti, deposita a Palazzo Estense un’interrogazione relativa al connettore fognario presente nel rione di Casbeno a Varese.

A Casbeno, nell’area situata a valle di viale Piero Chiara, compresa tra “il Gaggianello” e via Pilo/via Mirasole, è presente un connettore fognario che serve tutta la zona circostante.

“Alcuni abitanti della zona e alcuni cittadini di passaggio, a causa di cattivi odori da lì provenienti – scrive il consigliere Piatti - mi hanno reso noto che tale connettore risulta oggi in pessime condizioni di manutenzione, e a causa di ciò sta riversando nella roggia, che corre a fondo valle, tutti i liquami fognari”. Continua Piatti: “il continuo riversamento di tali rifiuti mette in pericolo e potrà distruggere l’ecosistema che si era creato, avvelenando completamente acque e gli animali ivi viventi, oltre al disagio creato agli abitanti dai cattivi odori”.

Il consigliere della Lega Nord chiede a sindaco e a giunta se sono a conoscenza del problema e se hanno intenzione di intervenire per ripristinare la situazione e la tempistica di tale eventuale intervento.

14 novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti a “Varese, Carlo Piatti (Lega) lancia allarme su connettore fognario a Casbeno

  1. Carlo il 14 novembre 2016, ore 15:12

    “risulta oggi in pessime condizioni di manutenzione”
    Mi piacererebbe sapere se la manutenzione ai tempi dell’amministrazione leghista era stata fatta regolarmente.

  2. Andrea belli il 15 novembre 2016, ore 18:13

    Quando avvengono casi di questo tipo nella maggior parte dei casi si tratta di depositi di stracci o carta resistente che si possono asportare in pochi minuti.
    Bisogna solo telefonare nel Comune di Varese chiedendo del responsabile delle fognature il quale invierà sul posto la squadra di operatori per asportare i sedimenti.
    Inutile fare del fracasso, l’intasamento è un avvenimento normale, bisogna telefonare in comune al piu presto.
    Le fognature devono per forza essere progettate e costruite con la dotazione di sfoghi per intasamenti e “troppo pieni” per scaricare i liquidi in eccedenza rispetto alla propria capacità o portata.
    Cordiali saluti

  3. ombretta diaferia il 15 novembre 2016, ore 19:35

    quanto abbiam richiesto interventi!
    ma oggi, magicamente, proprio chi ha amministrato per lunghi 23 anni, si alza dai banchi dell’opposizione a “denunciare”, a depositare interrogazioni, a far proprio un problema per cui personalmente mi son sentita dare della “solita rompi…”
    (posar la schiena sui banchi dell’opposizione fa aprire gli occhi?)
    fortuna che il muschio denuncia il tempo da cui attendevamo l’intervento!

  4. T&0 il 16 novembre 2016, ore 11:00

    mi spiace contraddirvi ma erano anni che non succedeva una cosa simile.con tutte le amministrazioni precedenti non ho mai visto la roggia conciata così, quindi cari signori, che forse non avete mai visto il posto, non parlate a sproposito per piacere!
    probabilmente questi nuovi amministratori hanno in testa ben altro che questo (vedi progetti faraonici che continuano a sponsorizzare).

  5. bertoni leonida il 16 novembre 2016, ore 13:47

    Adesso abbiamo bisogno anche della fognatura per avere un po’di visibilità? quando la gente Vi chiedeva di poter parlare avete accettato le loro proposte?
    da sempre le fognature a Varese sono ancora un problema, tanto che circa il 25% del territorio ne è privo (anche la zona sovrastante le sorgenti di acqua potabile della Bevera che alimenta la città), Voi cosa avete fatto in oltre 20 anni?
    io sono un leghista e per questo Vi suggerisco di dare le dimissioni e dedicarvi ad altro in quanto la Vostra personale immagine è ormai definitivamente non piu’ accettabile.

Rispondi

 
 
kaiser jobs