Varese

Varese, Tomaino inaugura l’installazione “Giungla”. E domani la mostra

L'installazione in via Bagaini

L’installazione in via Bagaini

La mostra vera e propria di Giuliano Tomaino, Punctum, a cura di Martina Corgnati, partirà domani 12 novembre alle ore 18 presso lo Spazio Lavit di Varese. Ma Tomaino è già in città e oggi ha lavorato nello spazio verde di via Bagaini, L’Orto d’Arte, che Alberto Lavit ha realizzato nella centrale via della città.

Tomaino, insieme ad alcuni suoi collaboratori e allo stesso Lavit, ha realizzato una bella installazione che è un po’ un modo per inaugurare il suo ritorno a Varese, dove è ancora viva la memoria della mostra en plein air delle sue sculture dipinte in rosso (come dice l’artista è il “rosso Tomaino”).

Titolo dell’installazione è “Giungla”, e la si può definire un’installazione di natura narrativa: sul prato di via Bagaini, infatti, Tomaino racconta una lunga e dolorosa condizione, quella dello straniero. Uno straniero che, nella seconda parte, raggiunge il nostro mondo disorientato e senza diritti, abitando un mondo rovesciato (un uomo esce dalla terra con le gambe). Un approdo che, però, affonda le sue radici lontano, nei secoli in cui si avvera l’incontro con gli europei che sbarcano e che offrono, in cambio di ricchezze vere, provenienti da quelle regioni lontane, una ricchezza fatta di schegge di vetro e frammenti come se fossero gioielli. Grandi contenitori pieni di vetro, sovrastati da un cancello in ferro, che evoca muri contro gli umani, fanno mostra di sé.

Una installazione che fa riflettere e che annuncia la mostra che sarà inaugurata domani presso lo Spazio Lavit alle ore 18.

11 novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs