Varese

Varese, Eletta nuova Consulta per la qualità urbana. Ma la candidata “rosa” non ce la fa

Un momento della riunione della Commissione Urbanistica

Un momento della riunione della Commissione Urbanistica

Si sono tenute ieri, nel tardo pomeriggio a Villa Baragiola, l’elezione della nuova Consulta per la qualità urbana, un organismo introdotto dal Pgt, una delle condizioni perché possa lavorare la Commissione Urbanistica presieduta dal Pd Luca Paris. Una realtà dunque importante, soprattutto in un momento in cui la nuova amministrazione comunale sta cambiando il Pgt ereditato dalla maggioranza lega-forzista.

Si è pensato di cambiare la Consulta soprattutto per la richiesta venuta dal consigliere di Varese 2.0 Valerio Crugnola. Sono state 12 le candidature espresse, e l’unico, tra i membri della vecchia Consulta, ad avere ripresentato la candidatura è stato Raffaele Nurra.

Ieri si sono così eletti con voto ponderato i nuovi quattro membri della Consulta alla presenza dell’assessore Andrea Civati: sono risultati eletti Massimo Propersi (con il voto Pd), Luca Caielli (con il voto delle due liste civiche Varese 2.0 e Lista Galimberti), Mario Rossetti (con il voto di Lista Orrigoni, Lega e Forza Italia).

Più complessa l’elezione del quarto membro, che ha nella Consulta un ruolo ieri definito “storico-culturale”. Più complessa perché, a fronte di una serie di candidati con peculiari elementi di formazione e professionalità, il presidente della Commissione Paris ha auspicato l’unanimità. A questo punto è prevalso il candidato Gianfranco Ferrario, anche a scapito di una “quota rosa”, cioè una candidata donna, proposta dal consigliere civico Gregori, Anna Paola Fedeli.

8 novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs