Varese

Varese, “Un francobollo per la Città di Varese”, sold out all’inaugurazione della mostra

Da sinistra Strazzi, Zuccaro, Armocida e Bandirali

Da sinistra Strazzi, Zuccaro, Armocida e Bandirali

Sarà stato merito dell’annullo filatelico di Poste Italiane, sarà stata la presenza di tanti artisti in mostra, ieri mattina c’è stato un sold out all’inaugurazione di “Un francobollo per la Città di Varese”, evento artistico ideato da Antonio Bandirali e organizzato dal Circolo degli Artisti di Varese. Un dibattito sulla mostra si è svolto nello spazio risorgimentale di Villa Mirabello, e subito lo spazio si è riempito di pubblico, assiepato anche in piedi sul fondo della sala.

Ultima manifestazione nell’ambito delle celebrazioni dei 200 anni di elevazione di Varese a Città, fino all’8 gennaio sarà possibile ammirare le opere di 61 artisti , dai pittori agli scultori, ai grafici e fotografi. Tutti a realizzare opere che hanno “fermato” elementi simbolici e peculiari della Città giardino.

Ad introdurre la mostra è stato il presidente del Circolo, Ferruccio Zuccaro, che ha sottolineato l’importanza della presenza di tanti artisti nello spazio del Civico Museo di Varese. E’ poi stata la volta dell’assessore ai Rioni, Francesca Strazzi, che ha rimarcato come il comitato che ha elevato Varese al ruolo di Città vedeva la presenza, al suo interno, di personalità intellettuali. E’ intervenuto Giuseppe Armocida che ha evocato il mondo del francobollo ed infine ha parlato lo stesso Bandirali, instancabile organizzatore di eventi culturali.

Una rassegna interessante, che di fatto si interroga sulla vocazione della città: ci sono foto sul mondo dello sport, immagini sulle architetture varesine, sculture che parlano di storia e di passato. Tante sfaccettature che il bel catalogo pubblicato da Lativa rimarca con grande efficacia.

6 novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs