Varese

Varese, L’ex sindaco Fontana: sul Molina Galimberti assuma le sue responsabilità

L'ex sindaco Fontana

L’ex sindaco Fontana

“E’ giunto il momento che il Sindaco di Varese si assuma appieno le proprie responsabilità sulla faccenda della Fondazione Molina e non tenti di nascondersi dietro chi lo ha preceduto nell’amministrare la città di Varese”. Queste le parole dell’avvocato Attilio Fontana, già sindaco di Varese dal 2006 al 2016, rispetto alle dichiarazioni stampa in merito alla gestione della Fondazione Molina rilasciate oggi dall’attuale sindaco Davide Galimberti.

Continua Fontana: “Ho sempre evitato di entrare in polemiche proprio nell’interesse della città ma oggi, essendo la seconda volta che si paventano responsabilità pregresse od ombre circa un rispetto della legalità che sarebbe, invece, in capo solo all’attuale primo cittadino devo ricordare – sottolinea Attilio Fontana, già sindaco di Varese – che il mio impegno per la legalità e trasparenza amministrativa arriva da molto lontano e ben prima del impegno politico o lavorativo dell’attuale sindaco Galimberti.

Io per primo a riguardo dell’appalto mensa e ristorazione della Fondazione Molina avevo segnalato quanto dichiarato dal Cav. Pellegrini sia alla Procura della Repubblica che all’Anac che alla Corte dei Conti attivandomi prontamente: le carte sono lì a testimoniarlo.

Voglio aggiungere al Sindaco che, anche in merito al finanziamento, mi sono rivolto alla Procura, riferendo tutto quanto a mia conoscenza ben prima delle elezioni amministrative, non appena ho avuto contezza di alcune circostanze.

Invito il sindaco, proprio nel rispetto della rigorosa legalità che ha sempre contraddistinto la mia azione amministrativa, a rivolgersi, come ho fatto io, alla Procura della Repubblica riferendo quello di cui è oggi a conoscenza ovvero eventuali macchinazioni o azioni, a suo dire, poco chiare: gli chiedo però – conclude Fontana – di non lasciar intendere, in modo più o meno velato, un mio coinvolgimento rispetto a questi presunti fatti”.

 

 

2 novembre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, L’ex sindaco Fontana: sul Molina Galimberti assuma le sue responsabilità

  1. Roberto Gervasini il 2 novembre 2016, ore 18:08

    Chi ha nominato Campiotti? Due rappresentanti della Lega ed uno di Forza Italia li ha nominati Galimberti? Il sindaco Galimberti non ha alcun potere, tanto meno di revoca delle nomina di Fontana. e nessun potere per mettere il naso dentro le operazioni finanziarie del Molina che è Fondazione privata. La Lega, ha sospeso per 10 mesi mesi i membri leghisti nel CDA del Molina. Forza Italia ha espulso, mi pare, il ” suo” rappresentante nel CDA. Nessuno dei tre si è dimesso. Inoltre esiste un organo di controllo all’interno del Molina, il collegio sindacale. Chi sono i membri del collegio sindacale? chi li ha nominati? Hanno fatto verifiche? Cosa hanno messo a verbale? Saluti

  2. ombretta diaferia il 2 novembre 2016, ore 18:38

    ma quali responsabilità avrebbe un sindaco eletto quattro mesi fa rispetto a chi ha amministrato dieci anni?

Rispondi

 
 
kaiser jobs