Varese

Varese, In Consiglio censura a Malerba. “Nessun problema, sono abituato al rugby”

Stefano Malerba

Stefano Malerba

Preoccupato? Indignato? Arrabbiato? “Sono abituato ad uno sport come il rugby, dove si prendono e si danno”. E’ il commento, a fine seduta del Consiglio, del presidente Stefano Malerba (Lega Civica), che si è visto leggere sotto gli occhi una mozione di censura nei suoi confronti. L’ha letta il capogruppo Paolo Orrigoni, che si è presentato come “portavoce” dei firmatari.

A ieri sera la censura l’hanno firmata in 16 consiglieri comunali. La gran parte nelle fila delle opposizioni, ma non solo. Ci sono anche consiglieri di maggioranza che hanno sottoscritto il documento: quattro Pd (Mirabelli, Oprandi, Spatola e Infortuna) e un consigliere della Lista Galimberti, Iannini.

Una mozione che, come commenta Mirabelli a margine, “è un atto dal significato politico: la sfiducia di metà del Consiglio è significativa”.

Orrigoni legge la censura che accusa Malerba di avere fatto venire meno, nell’esercizio delle sue funzioni, “neutralità e terzietà”. “Ha ripetutamente rinunciato alla sua neutralità firmando due comunicati della Lega Civica”. Nessun effetto concreto ha il documento, ma conferma l’esistenza in Consiglio di un partito anti Lega Civica di carattere trasversale.

 

28 ottobre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs