Varese

Varese, Pronto il piano del Comune contro neve e ghiaccio

neveL’inverno si avvicina e il Comune di Varese si prepara alle possibili nevicate che potrebbero verificarsi in città nei prossimi mesi. L’amministrazione si è dotata in questi giorni di un piano per la neve per la stagione 2016 – 2017.

Il programma approntato disegna la nuova organizzazione del sistema che scatterà in caso di precipitazioni nevose e di formazioni di ghiaccio sulle strade. Il piano neve sarà attivo nel periodo tra il 15 novembre 2016 e il 15 aprile 2017. Lo stesso periodo che la normativa nazionale indica per il montaggio delle “gomme da neve” sulle automobili private.

L’amministrazione comunale sta puntando quindi ad una maggiore efficacia e tempestività dei lavori di pulizia delle strade in caso di neve e ghiaccio e per farlo nel migliore dei modi da quest’anno la città è stata suddivisa in quattro zone. Ogni singola zona è stata poi suddivisa in diverse sotto-zone per un totale di 30 aree più piccole della città. Complessivamente saranno all’opera 42 trattori e 6 autocarri, tutti attrezzati con lame e sabbiatori.  Inoltre, in ciascuna zona è prevista un’ulteriore sotto zona per la pulizia dei marciapiedi, vialetti e piazzali delle scuole con altri 12 mezzi piccoli e 24 spalatori complessivi. Per la zona del Sacro Monte ci saranno ulteriori 6 spalatori. Trattori e autocarri saranno dotati di un GPS per il rilevamento della posizione dei mezzi ed il controllo dei percorsi e del servizio svolto. Per il “Piano Neve” sono stati stanziati circa 800mila euro per la stagione invernale 2016/2017.

La supervisione è affidata a tecnici comunali che controlleranno i mezzi all’opera. Per quanto riguarda l’affidamento dei lavori alle ditte che si sono aggiudicate l’appalto tramite bando di gara ciascuna zona è stata affidata ad una ditta “capofila” per il periodo tra il 2016 e il 2018. Queste imprese hanno poi coinvolto ed affidato le sotto-zone a ditte di coltivatori diretti, floricoltori e piccole imprese locali che già conoscono il territorio e che hanno già eseguito il servizio di pulizia delle strade gli scorsi anni.

Altro punto importante riguarda la salatura delle strade per prevenire la formazione del ghiaccio. In questo caso il territorio è stato suddiviso in 10 percorsi sulle vie cittadine di maggiore traffico o particolare pendenza. Saranno predisposti dei punti di stoccaggio di sale e sabbia da utilizzare nelle varie zone. Per questo servizio saranno utilizzati anche 4 mezzi comunali. La spesa preventivata per il servizio di salatura delle strade è di circa 200mila euro a stagione.

“Vogliamo farci trovare pronti in caso di nevicate in città o di un inverno rigido che potrebbe causare la formazione di ghiaccio sulle nostre strade – ha spiegato l’assessore Andrea Civati – I nostri uffici, che ringrazio per la professionalità, hanno lavorato ad un piano di riorganizzazione per garantire interventi efficaci e tempesti contribuendo a diminuire i disagi per la popolazione”.

L’organizzazione del Piano Neve del Comune di Varese:

ZONA A zona centrale -(Centro, Biumo, Masnago)

7 sotto zone con 7 trattori, 2 autocarri, con lame e sabbiatori.

1 sotto zona per scuole e marciapiedi con 3 mezzi piccoli e 6 spalatori

 

ZONA B zona nord -(Velate, Sant’Ambrogio, Sacro Monte, Campo dei Fiori, Rasa)

9 sotto zone con 13 trattori, 1 autocarro, con lame e sabbiatori.

1 sotto zona per scuole e marciapiedi con 3 mezzi piccoli e 6 spalatori

 

ZONA C zona sud-ovest – (Casbeno, Bobbiate, Calcinate del Pesce, Cartabbia, Capolago)

8 sotto zone con 12 trattori, 1 autocarro, con lame e sabbiatori.

1 sotto zona per scuole e marciapiedi con 3 mezzi piccoli e 6 spalatori

 

ZONA D zona sud-est (San Fermo, Valle Olona, Giubiano, Bizzozero)

6 sotto zone con 9 trattori, 2 autocarri, con lame e sabbiatori.

1 sotto zona per scuole e marciapiedi con 3 mezzi piccoli e 6 spalatori

27 ottobre 2016
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Pronto il piano del Comune contro neve e ghiaccio

  1. Cesare Chiericati il 27 ottobre 2016, ore 18:35

    Benissimo il piano in teoria, speriamo funzioni al meglio in pratica visti i costi ingenti per le casse comunali. Una semplice raccomandazione a tutti quanti: ognuno tenga accuratamente puliti ingressi,passi carrai e parcheggi privati. Come accadeva un tempo. Ma i mezzi antineve abbiano l’accortezza e la buona educazione di non accumulare neve su ingressi, passi carrai e parcheggi privati come quasi sempre accade in base al principio che il mezzo più grande ha sempre ragione.

Rispondi

 
 
kaiser jobs